Questo sito contribuisce alla audience di

Madonna si dà (anche) al vino

I suoi vini recheranno sull’etichetta la denominazione “Confessions” su uno sfondo di immagini fotografiche della popstar tratte dal cd e, secondo quanto riportato dal Daily Express, saranno accompagnati da un certificato di autenticità.

Madonna si dà (anche) al vino

Trendsetter
per eccellenza, e non solo in ambito strettamente musicale, Madonna è
pronta a lanciare anche una propria etichetta vinicola per celebrare il
successo del suo ultimo album “Confessions on a dance floor”. I suoi
vini recheranno sull’etichetta la denominazione “Confessions” su uno
sfondo di immagini fotografiche della popstar tratte dal cd e, secondo
quanto riportato dal Daily Express, saranno accompagnati da un
certificato di autenticità. Una delle bottiglie sarà prodotta
nell’azienda del padre di Madonna, Silvio Ciccone, situata nel
Michigan. Quattro bottiglie sono già presenti sul mercato: la più
costosa è un Cabernet Sauvignon di origine californiana (33,5 euro); la
più economica è un vino analcolico battezzato “UnWine” (20,5 euro).

Madonna non è la prima popstar internazionale a subire il fascino del
vino. Da tempo, infatti, Sting conduce una tenuta a Figline Valdarno
mentre Mick Hucknall, alias Simply Red, è proprietario di due
appezzamenti siciliani alle pendici dell’Etna dove produce Nero
D’Avola. (Fonti: La Stampa, Quotidiano Nazionale)