Questo sito contribuisce alla audience di

Macchine ecologiche

L'ecologia sta ormai ammantando il settore delle auto, per tutti i gusti e a tutti i livelli, dalle city car, ai SUV, alle berline di lusso. E se anche le vetture di alta gamma pensano in verde è solo un segnale positivo e interessante.

Vediamo cosa offre il mercato L’auto elettrica esiste da oltre cent’anni. I primi prototipi erano calessi a batteria non ricaricabile. Sul mercato arrivò alla fine dell’Ottocento. Elettrica fu anche la prima auto a infrangere il muro dei 100 km/h, la Jamais Contente. Presto soppiantate dalle auto a benzina, negli ultimi 50 anni si è riaffacciato qualche sporadico modello. Da ricordare l’Henney KiloWatt del 1959 (autonomia e velocità di gran lunga maggiori rispetto al passato); la Sebring-Vanguard del 1974 (costruita per far fronte alla crisi petrolifiera del 1973); la Panda elettra del 1990 (costava 26 milioni di lire e aveva un tempo di ricarica di 8 ore); la EV1 del 1996 (nata in risposta alle leggi anti-inquinamento californiane fu sia grande illusione che pietra tombale dell’auto elettrica prima maniera); la Revai del 2001 (l’electric car più diffusa al mondo). Da ultimo la Tesla Roadster del 2006 (la più potente auto elettrica sul mercato), la Chevrolet Volt del 2007 (modello ibrido a due motori che entrerà in produzione nel 2010), la Mini E (identica nel disign a quella a benzina, la batteria si ricarica attaccandola a una comune presa di corrente). Vediamo nel dettaglio alcune delle macchine disponibili sul mercato che hanno un occhio attento all’ecologia.

Mercedes Classe B F-CELL
Mercedes-Benz ha avviato la produzione in piccola serie di questa auto a idrogeno. Non necessita di ricariche eterne, dal momento che è in grado di produrre direttamente a bordo l’energia elettrica per la trazione. Dallo scarico esce solo vapore acqueo. La sua autonomia con un pieno è di circa 400 chilometri. Il suo elettromotore eroga una potenza di 100 kW e sviluppa una coppia massima di 290 Nm. Nel ciclo combinato consuma l’equivalente energetico di 3,3 litri di gasolio. Inoltre, monta anche una delle nuove batterie a ioni di litio.

Volvo C30 1.6 D Drive-e
Il bello è che, a dispetto della faccia sportiva, la seconda generazione della C30 dà il meglio di sé nella versione ecologica. Grazie all’attento turbodiesel e al sistema Start-Stop, che spegne automaticamente la vettura ferma, le svedese offre consumi da citycar ed emissioni di anidride carbonica inferiori ai 100 grammi al chilometro. La si può personalizzare al massimo.

Lexus RX 450h
La nuova Lexus introduce di fatto la seconda generazione della tecnologia Hybrid Drive. Questo nuovo veicolo ibrido, grazie alle sue elevate performance, rappresenta il prodotto di spicco della gamma RX. Ogni aspetto di questo SUV è stato curato e migliorato per aumentarne le prestazioni e diminuirne i consumi. Il sistema full-hybrid utilizza un motore V6 a benzina ad alta efficienza e due potenti motori elettrici che lavorano in totale sinergia. Con consumi pari a 6,3 l/100 km su ciclo combinato ed emissione CO2 pari a 148 g/km, è il veicolo di questa categoria con i valori più bassi del mondo.

Mercedes S400 Hybrid
Questa è la perla della casa tedesca: elegante, tecnologica, pulita. Si tratta della prima vettura di serie al mondo dotata di motore ibrido con batteria aglio ioni di litio, abbinato a un motore a benzina da 205 kW, e si presenta come la berlina più efficiente esistente sul mercato. I consumi si attestano su livelli pari a 7,9-8,1 l/100 km, a fronte di 186 g/km di emissioni di CO2. Ha un motore V6 benzina da 3,5 litri, che eroga una potenza di 205 kW/279 CV, accoppiato ad un motore elettrico che fornisce 15 kW/20 CV supplementari, con cambio automatico a 7 rapporti 7G-Tronic. La S400 Hybrid dispone anche di una funzione eco start/stop, che spegne automaticamente il motore a vettura ferma. Lo Speed Limit Assistant rileva l’affaticamento o la sonnolenza, e l’Attention Assist monitorizza costantemente il guidatore. Fendinebbia e luci anteriori diurne a LED, interni realizzati con materiali pregiati e finiture impareggiabili. L’auto è lunga 510 cm e pesa 1880 kg. Nell’annunciare lo sviluppo delle 500 elettrica per il mercato americano, Chrysler rende noto di essere stata scelta dal Dipartimento dell’Energia statunitense per ricevere 48 milioni di dollari per il test di 140 Ram elettriche-ibride. I fondi rientrano nell’ambito dei 2,4 miliardi di dollari stanziati dal governo nel piano di stimolo per lo sviluppo di auto pulite.

MP3 Hybrid
100% italiano, targato Piaggio, il primo scooter ibrido del pianeta. Ecco la versione ibrida dello scooter a tre ruote lanciato nel 2006. L’MP3 Hybrid risponde alle richieste del mercato mondiale in termini di abbassamento delle emissioni nocive e dei consumi.

Tesla Roadster
Una due posti totalmente elettrica, che fa da zero a cento in meno di quattro secondi, senza emettere un grammo di CO2. La Tesla Roadster è spinta da un motore elettrico che sprigiona 248 CV, alimentato da ben 6800 batterie stilo agli ioni di litio. La garanzia e la manutenzione delle batterie è garantita entro i 5 anni o 60 mila km. La casa costruttrice dichiara, per la sportiva, un’autonomia di 400 km su cicli combinati, con tempi di ricarica che vanno dalle tre ore su colonnine attrezzate per le auto, alle 10-15 ore in caso di ricarica domestica, collegati alla semplice presa elettrica. Esistono due showroom in Europa, uno a Montecarlo e l’altro a Monaco, in Germania, dove poter effettuare dei test-drive.

Smart Electric Drive
Smart Fortwo Electric Drive: dotata di un’innovativa batteria aglio ioni di litio, fornita dalla Tesla Motors, ha tempi di ricarica inferiori, stimati sulle tre ore. Equipaggiata con un motore posteriore da 30 kW, può essere ricaricata con una semplice presa elettrica domestica, con un’autonomia dichiarata di 115 km in percorsi misti urbani.

Citroen C6
L’ammiraglia Citroen C6 HDi 170 Biturbo FAP Pallas ha un progetto che razionalizza materiali e montaggio, non disdegna materiali reciclati ma soprattutto è un’ottima, parca e morigerata Diesel dotata del FAP. Grazie al filtro antiparticolato i livelli di particolato sono abbattuti di ben 7 volte in massa.

Saab 9-5
Ispirata al prototipo Aero X, si presenta con un muso affusolato e con linee dichiaratamente aerodinamiche. Nella versione BioPower è alimentata a carburante E85, una miscela contenente una percentuale di carburante che riduce le emissioni di CO2 a soli 35-50 g/km. Saab ha allo studio una concept car, la 9-X BioHybrid, la prima ibrida che sarà equipaggiata con un motore a bioetanolo E85 di dimensioni contenute (1,4 litri turbo) in grado di sviluppare ben 200 CV di potenza grazie a un piccolo motore elettrico.

Al Salone dell’auto di Ginevra Mercedes-Benz presenta la vettura sperimentale F 800 Style: uno studio che delinea le caratteristiche della berlina a cinque posti ‘del futuro’ unendo, attraverso un linguaggio stilistico emozionale, efficienti tecnologie di propulsione a funzioni di sicurezza e comfort uniche. Una novità unica al mondo per le berline di grandi dimensioni è rappresentata dalla piattaforma flessibile e multipropulsore di nuova concezione, adatta sia per trazione elettrica con pile a combustibile sia per trazione Plug-in Hybrid. Entrambe le versioni permettono di circolare ad emissioni zero con stile, coniugando la massima idoneità all’utilizzo quotidiano con il piacere di una guida dinamica.

Nuova è anche la Mercedes-Benz E 300 BlueTEC HYBRID che unisce il propulsore diesel ed il motore elettrico nel primo diesel ibrido dell’Europa occidentale. Il suo motore elettrico da 15 kW è adatto anche per la trazione esclusivamente elettrica e supporta il motore diesel a quattro cilindri da 2,2 litri e 150 kW (204 CV) in fase di accelerazione (effetto boost). Con questo diesel ibrido Mercedes-Benz inaugura una nuova era della trazione ibrida. I consumi della E 300 BlueTEC HYBRID sono di circa 4,1 litri per 100 chilometri (CO2 sotto i 109 g/km). La vettura verrà lanciata a fine 2011. A partire dal prossimo model year la nuova G 350 BlueTEC offrirà modernissime tecnologie diesel con bassi valori di emissioni, preservando allo stesso tempo le sue virtù di fuoristrada classico come l’estrema robustezza, le eccellenti caratteristiche fuoristradistiche e il classico design.

La Ferrari ha appena presentato al Salone di Ginevra il prototipo di supercar ibrida: 599 Hy-Kers. Spinta da due motori, uno elettrico e uno tradizionale, un 12 cilindri da 620 cavalli, permetterà di tagliare i consumi e le emissioni del 35%. La 599 Hy-Kers è il frutto degli studi degli ingegneri di Maranello del reparto corse, gli stessi che lavorano sulla monoposto di F1. Il Kers è un dispositivo che immagazzina energia dalle frenate e poi la rilascia dando una superspinta per un breve periodo. Grazie a questo meccanismo la 599 viaggia per brevi tratti a emissioni zero, mossa solo dall’elettromotore. Quando poi accelera, i due motori lavorano insieme grazie a un sistema digitale che offre al guidatore più cavalli e più velocità. La macchina ha un’ottima tenuta di strada, il baricentro più basso, le batterie, agli ioni di litio, sono piatte e posizionate sul fondo della vettura, il cambio è a sette marce, come quello della Formula 1.

Fiat 500
Una Fiat 500 «elettrica» per il mercato statunitense. La produrrà Chrysler e sarà pronta «entro il 2012». L’annuncio è arrivato attraverso una nota del gruppo americano, partecipato da Fiat dallo scorso anno, in cui si sottolinea come la «Fiat 500EV a zero emissioni» dimostra «gli immediati benefici dell’alleanza fra Chrysler e Fiat e la velocità con cui le due società possono lavorare insieme su programmi avanzati».

Cayenne Hybrid
Ad affiancare i nuovi modelli della Cayenne, tre modelli a benzina, compaiono due varianti che fino a qualche tempo fa sarebbero state considerate eretiche, cioè le diesel con un V6 a gasolio 3 litri da 240 cavalli e infine la novità più attesa la Cayenne Hybrid. Ha un motore benzina V6 3 litri sovralimentato da 330 Cv e un elettrico da 47 Cv in grado di far marciare l’auto da sola fino a 60 all’ora, oppure in unione al propulsore a benzina. Una fase interessante è quella del coseddetto veleggiare: a qualsiasi velocità sotto ai 156 km/h il rilascio dell’accelleratore provoca lo spegnimento del motore a benzina per ridurre consumi ed emissioni.

Il nuovo scooter ibrido targato Italia-Cina
Nasce dalla collaborazione fra la Engines Engineering, Faam, Malaguti, Ducati Energia in Italia e di CFMoto di HangZhou con l’ITT di Cento questo nuovo scooter ibrido. Presentato all’Expo 2010 di Shanghai, è dotato di un motore elettrico con una batteria alimentata da un motore a scoppio utilizzato solo quando lo stato di carica raggiunge il minimo. Questo permetterà di muoversi in strada secondo due diverse modalità: emissioni zero e ibrido. Lo scooter sarà prodotto e commercializzato a marchio Malaguti a partire dalla prossima primavera.

Il coupè ibrido Honda CR-Z ha fatto il suo debutto italiano.
CR-Z è un’auto unica nel suo genere, in grado di coniugare il dna sportivo di Honda con un’anima ecologica; è la prima auto al mondo che abbina i vantaggi di un efficiente e pulito propulsore ibrido benzina/elettrico alla trasmissione manuale a 6 marce più tipicamente sportiva; il tutto racchiuso in una carrozzeria dalla linea aerodinamica e distintiva tipica di un coupé. CR-Z si distingue per diverse caratteristiche: esclusivo sistema di guida con 3 modalità in grado di personalizzare la manovrabilità, la risposta dell’acceleratore e l’assistenza del sistema IMA in base alle esigenze specifiche del conducente, motore i-VTEC da 1.5 litri abbinato al sistema ibrido parallelo IMA con emissioni di soli 117 g/km e consumi ridotti pari a 5.0 l/100km, telaio con passo ridotto e ampia carreggiata per una maggiore agilità, maneggevolezza e risposta di guida, disposizione dei sedili 2+2.
Il design di CR-Z è particolarmente accattivante, con un’altezza complessiva ridotta e una carreggiata molto ampia. Tutto l’interno è stato disegnato attorno al conducente per esaltare il comfort e la praticità di utilizzo dei comandi.

Lexus

Vediamo cosa offre il mercato delle macchine a risparmio energetico
LexusToyotaCitroenMercedesOpelPiaggioPriusSaabSmart