Questo sito contribuisce alla audience di

Cavalli a Cagliari

Equimediterranea fino al 2 di ottobre

Dal 26 settembre al 2 ottobre 2005 la città di Cagliari ospita Equimediterranea manifestazione incentrata sul mondo del cavallo e che si pone come punto di incontro di eventi ed attività economiche che ruotano intorno esso. Grande è ovviamente l’interesse per il mondo equestre sardo dovuto alla qualità ed al valore degli allevamenti e dei soggetti esportati. Basti solo pensare al fatto che 161 puledri che nel 2004 si sono aggiudicati i più importanti concorsi nazionali di salto ostacoli, ben 100 risultano nati e allevati in Sardegna. Equimediterranea vuole quindi essere un vero e proprio evento, un happening, un’occasione da non perdere per gli allevatori, i cavalieri e per tutti gli addetti al settore equino. Il cavallo, in Equimediterranea diventa il centro che unisce l’evidente importanza dell’animale nei contesti delle iniziative sportive e delle potenzialità dell’allevamento specializzato. Ricco di iniziative è il programma di Equimediterranea a partire dal 44° Premio Regionale dell’Allevamento del cavallo da sella italiano. Alla gara parteciperanno i puledri di tre anni di età, provenienti dalle migliori scuderie; si avrà così occasione di ammirare più di duecento tra i migliori esemplari allevati in Sardegna e disponibili per il mercato. La Gara di Endurance: Sulla via dei fenicotteri consiste in un percorso di regolarità che si articolerà ad anello, con partenza e rientro dalla Fiera Campionaria, attraversando la Sella del Diavolo, il Poetto, il Parco di Molentargius. Il Concorso Ippico Internazionale di salto ostacoli C.S.I. concorso indoor per diverse categorie di pony e puledri con montepremi di € 61.000 (lordi), a cui parteciperanno i più noti cavalieri nazionali e internazionali. L’Asta del cavallo, rivolta a puledri selezionati dell’età di 3 anni, nati e allevati in Sardegna. Il Primo Premio Regionale dell’Asino Sardo: attraverso una prova di modello si effettuerà una selezione di soggetti per verificarne le caratteristiche più conformi agli standard della razza Grigia e dell’Asinara. E poi ancora, in accordo con la Federazione Italiana Sport Equestri - F.I.S.E. - e con il Provveditorato agli Studi si promuoverà il mondo dell’equitazione nelle scuole medie e superiori, ospitando gruppi di studenti e facendo loro conoscere una importante realtà culturale sarda. La Gara di mascalcia: una gara di ferratura alla quale interverranno i migliori maniscalchi per avere accesso alle finali nazionali. Inoltre, ci sarà il Museo del cavallo, primo esperimento per la realizzazione di uno spazio dedicato al cavallo e a tutto ciò che ruota intorno al mondo equestre, con esposizione di reperti e attrezzature messi a disposizione da vari enti locali. Ci sarà anche una Mostra canina organizzata su base regionale, in accordo con l’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana – E.N.C.I., per cani di razza e meticci. Numerose, infine, le attività collaterali di Equimediterranea: il Galà del cavallo; l’esposizione di prodotti agro-alimentari tipici; la mostra delle razze equine e asinine autoctone della Sardegna, Corsica e Tunisia; l’esposizione di alcune produzioni artigianali della Sardegna, in particolare sartoria, pellami, coltelli; la selezione di attrezzature attinenti il settore equestre, quali selle, finimenti, materiali da scuderia, agricoltura e tempo libero