Questo sito contribuisce alla audience di

Un’estate tra arte e jazz

Prosegue la programmazione estiva della Collezione Peggy Guggenheim...

Un’estate tra arte e jazz anche a ferragosto.

Prosegue la programmazione estiva della Collezione Peggy Guggenheim con una serie di eventi artistici, appuntamenti musicali, e non solo, all’insegna delle celebrazioni che accompagnano il sessantesimo anniversario della Collezione Peggy Guggenheim a Venezia.

Oltre ad ospitare fino al 12 ottobre Coming of Age. Arte americana dal 1850 al 1950, mostra dedicata ad un secolo di arte americana, il museo veneziano rinnova anche quest’anno il consueto appuntamento con lo “spritz” offerto da Aperol, socio di Intrapresae Collezione Guggenheim, che ormai da molti anni accompagna e rinfresca le domeniche dei visitatori. Tutte le domeniche d’estate alle 12, fino al 21 settembre, sulla terrazza Marino Marini, Piero Ballarin, creativo barman veneziano, offre il noto “spritz” a quanti decideranno di trascorrere la giornata di festa tra i capolavori di Picasso, Kandinsky, Pollock, Chagall, Magritte, de Chirico. Ricordiamo, inoltre, che in occasione del Ferragosto il museo osserva il consueto orario di apertura dalle 10 alle 18.

Gli eventi estivi continuano con il tradizionale concerto del 26 agosto organizzato per il compleanno di Peggy, e riservato ai soci della collezione. Quest’anno, in collaborazione con Umbria Jazz, sarà il pianista vicentino Danilo Rea a catturare il pubblico con le sue improvvisazioni dal groove incisivo, in grado di spaziare tra i repertori più differenti. Artista di punta del jazz europeo, Rea è da anni il pianista di fiducia di Mina e due anni fa è stato protagonista di un concerto memorabile a New York, nello splendido scenario del Solomon R. Guggenheim Museum, organizzato da Umbria Jazz per il progetto ‘’Top Italian Jazz’’ presentato proprio nella Grande Mela. La scelta per nulla casuale del genere jazz è stata fatta per ricreare quell’ideale colonna sonora che accompagnò sessant’anni fa Peggy Guggenheim nel suo viaggio dall’America all’Italia, un viaggio che, di lì a poco, si rivelò decisivo per la storia dell’arte contemporanea del nostro paese. Peggy avrebbe, infatti, esposto alla Biennale del 1948 la sua già leggendaria collezione, facendo così scoprire per la prima volta al pubblico nazionale e internazionale le opere dei grandi rappresentanti dell’Espressionismo astratto americano, artisti come Pollock, Gorky e Rothko. Per ulteriori informazioni sul concerto: membership@guggenheim-venice.it

La sera del 26 agosto, in occasione del compleanno della collezionista americana, verrà presentato al pubblico il prezioso mosaico realizzato da Orsoni, storica fornace veneziana oggi parte di Trend Group, socio di Intrapresae Collezione Guggenheim, che attraverso l’utilizzo degli smalti veneziani, ha reinterpretato la celebre immagine di Peggy con gli estrosi occhiali a farfalla creati per lei da Edward Melcarth.

A completare la serata, in concomitanza con la 65° Mostra del Cinema di Venezia, sarà inaugurata all’interno di Palazzo Venier dei Leoni, una esposizione di 7 esclusivi modelli di calzature provenienti dal Museo Salvatore Ferragamo di Firenze, creati per alcune dive del cinema, tra i quali ovviamente non mancherà la scarpa che lo stilista creò proprio per Peggy Guggenheim nel 1947.

A chiudere questa ricca stagione estiva, ma non di certo le celebrazioni dell’anniversario, sarà il 13 settembre il lancio di un’esclusiva collezione di oggetti disegnata da Fabrica, centro di ricerca sulla comunicazione della Benetton, in occasione dei 60 anni dall’arrivo di Peggy a Venezia. La collezione trae ispirazione dall’originalità del carattere e della personalità della mecenate americana, che con la sua figura unica ha ispirato queste edizioni limitate e numerate di quaderni, articoli di valigeria, t-shirt e oggetti in ceramica.