Questo sito contribuisce alla audience di

Eventi Teatrali

A Caserta dal 30 ottobre...


Il teatro resiste come un divino anacronismo; come l’opera lirica e il balletto classico…
(Orson Welles)

Il teatro “resiste”, è proprio il caso di dirlo soprattutto quando i palcoscenici sono quelli di provincia, dove, spettacolo dopo spettacolo, stagione dopo stagione, si coltivano, con impegno e tra mille difficoltà, grandi sogni. Così per la rassegna teatrale Eventi Teatrali, curata da Anna D’Ambra, è stato messo in piedi un cartellone che ha una particolare valenza socio-culturale. Gli spettacoli andranno in scena a Puccianiello (Caserta). Il 30 ottobre 2010, Margherita Di Rauso porta in scena Giro di Vite, rilettura di Luca De Bei di un celebre romanzo breve scritto nel 1898 da Henry James. Si tratta di un noir in cui una sinistra finzione si mescola in maniera ambigua con la realtà. Al libro di Henry James è ispirato anche il famoso film The Others, con Nicole Kidman, diretto nel 2001 da Alejandro Amenabar.
In “A casa, dopo cena” due atti unici di Manlio Santanelli in programma per il 13 novembre, si riflette sui problemi della vita di coppia, sulla routine della vita quotidiana e sulle strategie messe in atto per sfuggire alla cattiva influenza dei modelli virtuali. “Il razzismo è una brutta storia” è il recital che Ascanio Celestini porta il scena il 10 dicembre, cucendo tra loro racconti scritti di getto dopo l’incendio di un campo nomadi, dopo il naufragio di una barca di emigranti in fuga o dopo la dichiarazione folle e calcolata di qualche politico… Grandi e piccole espressioni di intolleranza, da quelle eclatanti dei potenti a quelle dei razzisti “del bar sotto casa”, frutto della paura del diverso e di comportamenti che si ripetono fino a diventare automatici… Il 15 gennaio è la volta di “Neapolitan Contamination” Di Arthèteca Project: famosi motivi partenopei rivisitati in stile jazz, blues, ma anche flamenco, fado, tango e bossa nova. Il 12 febbraio Ferdinando D’Andria e Maila Sparapani portano in scena se stessi in Sconcerto d’amore: Un concerto-spettacolo surreale condito di gags, acrobazie aeree, giocolerie musicali, prodezze sonore e tanta comicità. Nando e Maila sono una coppia di artisti: musicista prostrato lui ed aspirante attrice-musicista lei, eternamente in conflitto sul palcoscenico come nella vita. I due hanno fatto una scommessa: diventare musicisti dell’impossibile, trasformando la struttura autoportante, dove sono appesi il trapezio ed i tessuti aerei, in un imprevedibile orchestra di strumenti. I pali della struttura diventano batteria, contrabbasso, violoncello, arpa e campane che insieme a strumenti classici quali tromba, bombardino, fisarmonica, violino, flauti, cembali e chitarra elettrica, creano un’atmosfera magica definendo un insolito mondo sonoro. Si chiude il 12 febbraio con un classico: l’opera buffa in due atti musicata da Gaetano Donizetti “Elisir d’amore”. Dopo il successo dello scorso anno con”La Cavalleria Rusticana”, l’organizzazione “Eventi teatrali”si pone una nuova sfida in collaborazione, quest’anno, con l’Associazione musicale “E. Caruso” e con la consulenza drammaturgica di Anna D’Ambra. Professionalità, amicizia e passione s’incontrano per la realizzazione di un’opera buffa tra le più famose del repertorio lirico.