Questo sito contribuisce alla audience di

Nubians, Gorka Benítez, Hubert von Goisern, Gnawa Impulse

Concerto in piazza De Ferrari 19 giugno 2004 ore 19.00

Due ragazze bellissime che uniscono Africa nera e Francia, un sassofonista che sposa Flamenco e Tango, un gruppo che rinnova la musica gnawa, ovvero il mix tra suoni degli schiavi neri e ritmi marocchini, un maestro di melodie popolari che si lascia influenzare dal deserto e dal Tibet. Sarà un incontro di mondi il concerto organizzato a Genova, il 19 giugno, in piazza De Ferrari per inaugurare l’attività del Centro Culturale Europeo. In scena le Nubians, ovvero Hélène e Célia Faussart, due sorelle che si sentono al tempo stesso francesi e camerunesi e che , con Princesses nubiennes, il loro primo album, hanno venduto 400.000 copie solo negli Stati Uniti. Un cd che ha riempito le sale da concerto ed è valso loro il premio Soul Train Music Award. Ad affiancarle, nella storica piazza genovese, Gorka Benítez, uno dei più grandi sassofonisti spagnoli che, alle radici musicali basche, al bebop e al jazz tradizionale ha saputo unire il latin jazz, il tango e il flamenco. Mix intercontinentale anche per l’austriaco Hubert von Goisern. Appassionato di musica popolare delle regioni alpine, ma influenzato anche dalle sonorità scoperte in Africa sahariana, in Egitto, in Tibet, von Goisern riesce davvero a sposare dialetto e musicalità universale. Per concludere il quadro una genere tutto da scoprire in Italia, lo gnawa, la musica inventata dagli schiavi portati in Marocco, e quindi già di per sé musica “contaminata” con una fortissima componente mistica (è musica da trance, accompagnata da una danza acrobatica) che, a Berlino, ha inaugurato una sua nuova stagione: merito degli Gnawa Impulse, un gruppo tedesco formato da tre musicisti nordafricani e tre berlinesi.

Un concerto, dunque, non casuale per il nuovo Centro Culturale europeo, che inaugura la sua attività nell’anno in cui Genova, come capitale della cultura e soprattutto rispettando la sua tradizione di repubblica marinara, ospita eventi da tutto il mondo. 

Il centro è il frutto di una convenzione fra la Fondazione Carige e l’Associazione Culturale Europea. In particolare ne fanno parte l’Istituto Cervantes, il Goethe-Institut Genua, il Centro Culturale Italo-austriaco e il Centre Franco-Italien Galliera.

Link correlati