Questo sito contribuisce alla audience di

FEDERICO DI STEFANO E LA CALDA ESTATE DELLA ICW

L'estate rovente della ICW, il futuro ed il passato della federazione. Tutto questo nell'intervista al vice-presidente della Italian Championshi Wrestling che gentilmente ha risposto alle nostre domande

superEva: A differenza di quello che alcuni avrebbero potuto pensare
vista la calda stagione, la ICW si appresta a vive un’est

superEva: A differenza di quello che alcuni
avrebbero potuto pensare vista la calda stagione, la ICW si appresta a vive
un’estate rovente piena di grandissimi eventi? Ci vuoi dire qualche cosa in più
a riguardo?

Federico: Esatto Fabrizio, la scena si sta
muovendo veramente tanto e, dato che le idee non sono mai mancate, posso dire
che l’estate targata ICW sarà molto calda e piena di sorprese. Coloro che ci
seguono attraverso il nostro sito Internet hanno già potuto avere un’assaggio
di quello che sto dicendo, con l’imminente esibizione del 21 Giugno a “Le
Choc!” o la partecipazione del nostro Campione Italiano Manuel Majoli al
WrestlingGalà del 5 Luglio…posso comunque anticipare che prima della fine
della estate moltissime persone potranno avere l’opportunità di seguirci dal
vivo: da un lato sarà un “ritorno alla tradizione”, dall’altro sarà
un benvenuto al nuovo che avanza…

superEva: Mancano pochi giorni al 21 giugno.
So che ci sono importanti news riguardo quella data in particolare che
riguardano Genova…

Federico: Marco Costaguta ha organizzato una
importante riunione di arti marziali e sport da combattimento per il 21 Giugno
a Genova, ed ancora una volta ha voluto che la ICW facesse parte dello
spettacolo. La ICW porterà infatti un match di sicuro valore, e ci è già
possibile annunciare che uno dei due partecipanti sarà il Campione
Italiano Manuel Majoli, reduce da un trimestre di allenamenti con la Michinoku
Puroresu di Great Sasuke. Dato che il suo è un contratto aperto, avrà di fronte
a sè un avversario che al momento non sono autorizzato a svelare, ma posso dare
qualche anticipazione…inizialmente erano due i “contenders”
accreditati, ma alla fine la Commissione Esecutiva ha fatto una scelta
completamente diversa, ma il match che ne potrà scaturire sarà di sicuro
effetto…senza contare lo special guest referee….ma sto parlando troppo!

superEva: Ed infine sono in programma degli
interessanti Stages…

Federico: Sì, da pochissimi giorni è stato
annunciato il nostro Stage a Roma per sabato 19 Luglio, agli ordini del nostro
Campione Manuel Majoli e di un altro dei “veterani” della
organizzazione, Mr.Excellent, senza contare che ci saranno altre sorprese per
chi sarà “dei nostri”. Per ulteriori infos, abbiamo creato appositamente
un nuovo account di posta elettronica, icwroma@hotmail.com, proprio perchè è
nostra chiara intenzione non solo l’organizzazione di questo interessante
stage, ma bensì la creazione di un vero e proprio Polo ICW nella
capitale. Abbiamo sempre avuto una buona richiesta da quell’area, ora
è giunto il momento di rimboccarsi ancor di più le maniche e dare a chi ci
segue una nuova opportunità di avvicinarsi alla ICW…

…Inoltre,
è imminente la presentazione di un altro Polo di allenamenti, e di questo si
darà presto notizia sulle pagine del nostro sito Internet.

Una cosa di
cui siamo veramente contenti è l’aver trovato per entrambi i Poli una
sede di allenamenti completamente fornita di tutto quello che i giovani
aspiranti wrestler avranno bisogno, senza contare la posizione delle palestre,
assolutamente comoda rispetto al centro città.

superEva: In queste prime domande abbiamo
parlato del futuro della ICW. Diamo adesso un’occhiata al passato. Quali sono
stati i passi per arrivare fino alla carica di Vice - Presidente della ICW?

Federico: Ho conosciuto la ICW via Internet
nell’autunno del 2000, quando era reduce dal suo show backyard
“Inauguration Day”. Chiesi all’allora-Presidente di poter entrare
nella ICW come arbitro una volta pronto un altro spettacolo. Poi la ICW ha
fatto un importante passo verso il riconoscimento legale ed io mi trovai ad
essere tra uno dei 10 soci fondatori, firmando il 7 Dicembre 2000. Da quel
giorno si diede inizio ai preparativi per La Legge del più Forte, dove
fui istituito della carica di “senior referee”, e dove nacque
“El Diablo Amarillo”. A Pandemonium, oltre alla carica di
arbitro e wrestler, fui accostato alla team creativo in qualità di writer degli
skits backstage. I programmi per Live in Rome cambiarono all’ultimo
momento a causa di esigenze dell’organizzazione dello show, e così fummo
costretti a cambiare l’intero programma della giornata. Poi si arriva a Vae
Victis, dove entro a far parte del team creativo…un bel salto fino a pochi
giorni fa, quando sono stato nominato Vice Presidente: insomma, ho fatto la mia
gavetta, non credi ?

superEva: Il momento più bello e più brutto
vissuto fino a questo momento all’interno della organizzazione

Federico: Partiamo dal momento più brutto: un
mio infortunio durante un allenamento, e il conseguente hiatus per moltissimi
mesi. Avevo pensato di mollare, ma avevo un mio amico e partner che mi
aspettava. Sono passati quasi due anni, e non mi sono mai pentito di aver
voluto ricominciare da capo…

Il momento
più bello: Vae Victis, il primo show da me co-organizzato (come dimenticare
Fabio Ferrari?). L’atmosfera era elettrica, la notizia da parte del gestore
della Palestra del pienone appena raggiunto, la creazione di un circuito chiuso
negli spogliatoi per guardare tutti insieme i match sul ring…e chi si
dimentica tutto questo? E ricordo che a Dicembre si replica, con Vae Victis
2003 già pronto!

superEva: Come è nata la tua passione per il
mondo del wrestling?

Federico: Mah, come penso un pò a tutti: nel
1988 ho iniziato a guardare i match su ItaliaUno, e da lì sino al 1993, quando
TelePiù2 interruppe le trasmissioni (domenica 2 Agosto 1993, la telecronaca la
faceva Jim Coursie, fu uno shock…), senza contare gli 11 mesi di nuovo
su ItaliaUno…Poi nel 1995 iniziai a disinnamorarmi verso il wrestling, ma
conobbi Fabio Ferrari e tutto ricominciò…da allora, è tutta storia recente.

superEva: Wrestling & Internet: cosa ne
pensi? E’ importante il sito della ICW per la federazione?

Federico: Internet è la via migliore per
seguire il wrestling che sta anche lontano da noi. E’ un luogo dove informarsi,
discutere, e quant’altro. Noi - con il Sito ICW - cerchiamo di fornire per
quelli che ci conoscono, ma soprattutto per quelli che non ancora ci conoscono,
una finestra sulla organizzazione, sulle nostre attività, sul passato e sul
futuro. E’ una sorta di manifesto, e per fortuna abbiamo un webmaster che è
riuscito a mettere on-line una miniera di informazioni senza pregiudicare la
comodità di navigazione. Insomma, la ICW considera molto Internet e ciò che da
Internet ci viene proposto in qualsiasi forma. Cerchiamo e cercheremo di
sfruttarlo al meglio.

superEva: Torniamo al futuro. Sforzo
creativo: immagina la ICW fra 5, 10, 15 e 20 anni

Federico: Ahia, lo sapevo che tiravi fuori
questa domanda! :) Non posso proprio dirti nulla. Quello che penso è che
le parole rendano popolari, i fatti rendano rispettati. La ICW opta per la
seconda linea, e questo vuoldire mettersi continuamente in discussione,
lasciare aperta ogni strada, guardarsi intorno ma guardarsi anche “dentro”.
Se ti dicessi che non avessimo progetti ti direi una bugia. Tante cose
sono in programma, abbiamo progetti a medio ed a lungo termine, tutti per noi
molto interessanti e stimolanti. C’è un solo modo per continuare ad esserci, ed
è continuare a crescere. La ICW sta crescendo: nessuna corsa, solo un passo
alla volta. E se tra 5 anni saremo qui, allora ti prometto che risponderò alla
tua domanda in modo più esaustivo…

superEva: Vuoi salutare tutti i lettori di
superEva Wrestling?

Federico: Eccome! Ringrazio te, Fabrizio,
ringrazio tutti coloro che sono arrivati in fondo a questa intervista e
ringrazio coloro che seguono la Italian Championship Wrestling: ogni giorno, il
nostro pensiero va a voi.

Un saluto e
un appuntamento alla prossima…Ciao!

Le categorie della guida