Questo sito contribuisce alla audience di

Il luogocomunismo sulle federazioni indipendenti... 2

Lord Kobe torna a parlare di federazioni indipendenti e dei luoghi comuni sempre pronti ad essere tirati in ballo nelle discussioni via forum. E non mancano alcune news dell'ultima ora...

Nell’ultimo numero avevo parlato dei luoghi comuni che riguardano le
indies e quello che non è WWE in generale e avevo controb

Nell’ultimo numero avevo parlato dei luoghi comuni che
riguardano le indies e quello che non è WWE in generale e avevo controbattuto
quelli che erano i falsi miti riguardo alla CZW, senza peraltro la presunzione
di riuscire a cambiare le cose. Si sa che i luoghi comuni sono sempre duri a
morire. Logicamente la CZW non è la sola vittima, ma sicuramente è quella che
nel panorama del web italiano è quella più discussa. Per quanto riguarda le
altre federazioni mi limiterò ad alcune cose sulle più note, ovvero TNA, ROH e
IWA MS.

ASSENZA DI STORYLINE/FEUD

ROH: Falso. È
certamente un aspetto secondario tanto che il 90% delle storyline viene creato
ad uso e consumo di interente e non del pubblico live, ma questo è anche dovuto
all’assenza di uno show televisivo settimanale. Vengono anche girati segmenti
extra ring per le videocassette e i dvd.

IWA MS: Anche
questa federazione non ha uno show tv, ma le storyline a differenza della ROH
esistono non solo ad uso e consumo del web ma anche del pubblico presente agli
show, storyline che restano comunque semplici e non troppo elaborate. Altra
particolarità, è la frequenza settimana degli show.

TNA: beh dire
che non ci sono storyline è la cosa più falsa di questo mondo. Con un PPV a
settimana e uno show in veri mercati televisivi (Explosion) è impossibile. E
nonostante la presenza di Vince Russo non sono neanche troppo incasinate.

ASSENZA DI SOLDI

ROH: Nata senza
troppe risorse se non quelle di Rob Feinstein (ora andatosene pare), ora gode
di uan certa indipendenza economica grazie alla vendite dei propri video e di
vari accordi che sono arrivato nel frattempo. Certo non saranno mai dei colossi
economici, ma questo aspetto conta a mio modo di vedere poco dal punta di vista
del wrestling. Tra le entrate fisse della federazione, c’è anche la scuola che
hanno aperto di recente.

IWA MS:
promuovendo show nella stessa area, le risorse economiche necessarie sono
relativamente importanti e incidono poco.

TNA: tra
merchandise, la scuola che sta aprendo, il contratto in arrivo con FSN (Foz
Sport Network), e soprattutto i soldi dei proprietari (i Jarrett ma soprattutto
il Panda Energy Group) la tranquillità economica non manca.

ASSENZA DI PUBBLICO

ROH: Oltre 2000
persone per lo show dopo il caso Feinstein (nel weekend di Wrestlemania 20),
1800 per lo show di dicembre con i wrestler della AJPW, 700 spettatori minimi
ad ogni show nel nord est degli USA e 1000 nei due show nel mid west (St Paul e
Chicago) il primo dei quali contro un house show WWE organizzato mesi dopo che
la ROH aveva annunciato lo show. La base dei fans c’è e si fa sentire sempre.
Non si parla di migliaia di persone ad ogni show, ma nel contesto extra WWE non
sono pochi.

IWA MS: qui il
pubblico è una nota dolente: nonostante show con 500/600 (e anche molte di più)
spettatori, ci sono show con poco più di un centinaio se non meno spettatori,
anche a causa della frequenza degli show.

TNA: Il TNA
Asylium è sempre esaurito con spettatori che arrivano anche da lontano per gli
show. Il tenere show nello stesso luogo e aiuta ad avere un presenza di
pubblico costante, a cui bisogna aggiungere il pubblico televisivo, sia
per  PPV che per Explosion. Sarò
interessante vedere il futuro cosa riserva visto che si sposteranno in florida
per registrare gli show.

SONO TUTTI NANI

ROH: definire
Homicide, Samoa Joe, Mafia, Raven, Devito, HC Loc dei nani è difficile anche
per un non vedente. La ROH è basata sulla tecnica (soprattutto), sullo strong
style e sui pesi leggeri, ma definirli nani è davvero improbabile.

IWA MS: Stesso
discorso, solo che il pubblico della IWA MS è abituato molto all’hardcore,
anche se tuttavia non mancano i flyers (Lynn, B Boy, Matt Sydal, Delirious, etc
etc) e gli esponenti dello strong style (Homicide su tutti)

TNA: Abyss,
Jarrett, Sabu, Raven, Storm, Harris, Killings, Konnan, BG James, Styles, etc
etc… sarebbero dei nani?

SONO NOIOSE

Qui la risposta è unica per tutte
le federazioni. A livello assoluto nulla è noioso. Ogni federazione si
distingue dalle altre per un qualcosa di particolare e per uno stile preciso.
Quindi è solo una questione di gusti. Ti piacciono i flyers? Perfetto cè una
federazione apposta per te. Ti piace lo stile della Lucha Libre? Anche questo
stile ha una federazione che lo usa come segno distintivo (penso alla PWG, Pro
Wrestling Guerrilla). Sei un nostalgico della ECW e del suo stile? Eccoti la
3PW (Pro Pain Pro-Wrestling). Ti piacciono i deathmatch? CZW e IWA MS hanno i
tornei che fanno per te, laddove una volta c’era la XPW. E chissà quante altre
federazione poco coperte dai media (in particolare internet) hanno qualcosa da
offrire, federazione dove magari la WWE attinge a piene mani (penso alla UPW da
cui arrivano Cena, Sakoda e Orshu tra gli altri) ma che per un motivo o per un
altro sono poco discusse.

A testimoniare come sia attivo il
mondo delle indies, stavo giusto per chiudere e consegnare quello che avete
appena letto, quando ecco una notizia fresca di stampa: è nata una nuova
federazione. Trattasi della H2Wrestling, ed è nata grazie al wrestler più
esaltato del momento, Teddy Hart, e l’ex proprietario dell’ora defunta MLW,
Court Bauer. La federazione debutterà il 26 giugno a Boston, ed è già stato
annunciato l’uso del ring esagonale (che doveva usare, guarda un po’, la
MLW).  Al momento i wrestler annunciati
per la federazione sono, oltre a Teddy Hart, Los Maximos, Stampede Bulldogs,
Havana Pittbulls, Jack Evans e Jillian Love (valletta di Reddy Hart negli
ultimi show) e presto ne verranno aggiunti altri.  Alcune altre cose da notare sono la grafica del sito, href="http://www.h2wrestling.com/">www.H2Wrestling.com , molto simile al
vecchio sito della MLW e come, ad eccezione di Jillian Love, tutti quelli
annunciati siano ex MLW. Non solo questo, ma diversi elementi del sito e della
dirigenza sono ex MLW: Andy Vineberg, Samu, Afa The Wild Samoan. Insomma, la
MLW è tornata con un nuovo nome, stesse idee, stesse persone a quanto pare.
Avrà più fortuna della precedente avventura? Ce lo auguriamo tutti.

Le categorie della guida