Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista a Marco De Santis (Vicedirettore TW)

Il nostro Dinamite Nick ci ha preso gusto ed oltre a farci da opinionista ha deciso di iniziare anche la carriera di intervistatore. La sua prima "vittima" è il vice direttore di Tuttowrestling!

Breve Presentazione: Marco de Santis, 25 anni, di Ferrara.  Vicedirettore di tuttowrestling.com, dove si occupa dei report dei ppv, cura la nsz e… banna la gente sul forum. Da meno di un mese aiuta i fratelli Lanati in veste di vicewebaster di Tuttopuroresu.

 

Marco: Prima di iniziare un saluto a tutti coloro che leggeranno questa intervista!

 

Dinamite Nick: Com’è nata la tua passione per il wrestling?

M: È  nata quasi 20 anni fa. Io ho 25 anni e da piccolissimo seguivo il catch con Fusaro. Di quel periodo ho pochissimi ricordi però, la passione vera è nata nel 1987 vedendo Wrestlemania III e da alora il wrestling ha accompagnato tutta la mia vita. Sono stato fortunato a poter seguire la WWF/WWE quasi ininterrottamente fino ad oggi nonostante il lungo periodo di oscuramento sulle tv italiane. Questo grazie a mia zia, che vive in Sudafrica, e dal Luglio 1995 a quando la WWE è sbarcata su Stream mi ha spedito periodicamente le VHS di PPV e WWF Superstars, la famosa trasmissione di recap che la WWF produceva fino a poco tempo fa e che in quella nazione veniva trasmessa settimanalmente.

 

DN: La tua passione per il wrestling è rimasta intatta? 

M: Se devo essere sincero la passione ultimamente è leggermente diminuita, forse per la mancanza di storylines emozionanti come quelle della fine degli anni 90, forse perché potendo vedere gli show integrali ogni settimana alla lunga 3 ore di WWE a settimana possono portare un po’ alla saturazione. In ogni modo la passione, anche se in misura minore, c’è sempre e penso di rimanere legato a questo mondo per molto, molto tempo ancora. Internet non ha contribuito ad aumentare né a diminuire la mia passione, mi è servito per avere informazioni che prima non avevo e per poter seguire nel migliore dei modi gli show quando non potevo vedere le versioni integrali. Inoltre mi è ervito per conoscere delle persone che sono diventate col passare del tempo dei veri e propri amici come Colosso, Carlo Di Bella, Sara “Ayshlinn” e Fiorentino e ancora Luca Franchini, Erik Ganzerli, Lordkobe, Antonio Bomba, David Grauli e tanti altri.

 

DN: Come è nata la collaborazione con Tuttowrestling, e da dove hai  iniziato a muovere i primi passi sul web?

M:La mia collaborazione attiva con Tuttowrestling nasce nel Luglio del 2003, quando sono entrato nello staff con il ruolo di PPV Reporter. In realtà il mio legame con Tuttowrestling nasce molto tempo prima, nell’Aprile del 2000, quando iniziai uno scambio di email con Luca Franchini con l’obiettivo in prima battuta di capire se era vero che la WWE stesse per tornare sugli schermi italiani e su Stream; una piattaforma che a quel tempo aveva pochi abbonati, ma essendo io uno di quelli per me sarebbe stato l’avverarsi di un sogno. Poi come sappiamo il wrestling su Stream sbarcò in Italia a Settembre e con la WCW, ma nel frattempo l’amicizia con Luca era aumentata e pur non facendo parte del sito ne parlavo spesso con lui e praticamente ero a conoscenza di tutte le cose che accadevano all’interno di Tuttowrestling e a volte mi era anche richiesto un parere o un consiglio. Ho aspettato 3 anni per entrare attivamente nello staff, nonostante le periodiche richieste, perché non volevo entrare nel gruppo senza essere sicuro di poter fare qualcosa di realmente utile, perciò quando ho avuto la possibilità di vedere i PPV in diretta e mi è stato richiesto di fare i report ho accettato con molto piacere.

 

DN: Preferisci i Cruiserweight o gli Heavyweight?

M:Sicuramente Heavyweight, non ho mai avuto particolari simpatie per i nani volanti anche se riconosco che certe manovre aeree sono altamente spettacolari. Ma il mio modo di vedere il wrestling è abbastanza lontano da quello dei puristi, non è tanto la mossa in sè che mi piace vedere ma è lo spettacolo nel suo complesso. Preferisco mille volte un incontro senza particolari mosse ma che trasmette emozioni e suspance a un incontro che vede un susseguirsi di mosse altamente spettacolari ma che non dice niente sul piano dell’interesse per il risultato finale o sul piano delle emozioni.

 

DN: Benoit o Guerrero?

M:Fra Benoit e Guerrero scelgo senza dubbio Eddie che quanto meno è un personaggio che intrattiene e diverte, Benoit invece lo considero piuttosto anonimo fuori ring e la sua bravura all’interno del quadrato non basta nei miei gusti a sopperire le sue carenze da intrattenitore.

 

DN: La lista dei tuoi 5 preferiti di sempre?

M: Nell’ordine: Hulk Hogan, Ultimate Warrior, Steve Austin, The Rock e Undertaker (in particolar modo la versione Ministry of Darkness). I primi due appartengono alla mia infanzia e nessuno mai potrà scalzarli nel mio cuore dalle prime due posizioni, soprattutto Hogan che è stato sempre il mio preferito e che spero di rivedere ancora sul ring da qualche parte prima o poi. Austin invece è stato l’idolo della mia adolescenza, anche se ha un modo di comportarsi molto lontano dal mio mi ha sempre divertito e interessato. The Rock è forse il miglior intrattenitore che io abbia mai visto e rispecchia in pieno il mio modo di vedere il wrestling. Undertaker invece è fra i miei preferiti da 14 anni, forse gli è mancato sempre qualcosa per essere al primo posto delle preferenze ma l’ho sempre seguito con interesse e simpatia. Nella WWE di ora l’atleta che seguo con più attenzione è Eugene, la sua gimmick ha creato molte polemiche ma a me piace troppo, non posso farci niente, e poi una menzione speciale anche per Shawn Michaels per due motivi: il primo è che con lui sul ring lo

spettacolo non manca mai; il secondo è che se non lo nomino CDB mi licenzia. :)

 

DN: Chi butti dalla torre tra Austin, Goldberg, Lesnar e Hogan? Perché?

M:  Chiaro che Austin e Hogan non li butto giù di sicuro. Fra Goldberg e Lesnar direi Goldberg (ma perché tutti quelli che vengono intervistati in superEva Wrestling devono mettersi a parlare male di Goldberg??? Non bastano già gli opinionisti e alcuni frequentatori del forum??? NDFT) visto che ormai mi sembra che abbia poco da dire nel mondo del wrestling, anche se il voltafaccia di Lesnar alla WWE di questi ultimi mesi non mi è andato giù. però lo tengo sulla torre così chissà che parlando con Austin e Hogan non si convinca che il wrestling è meglio dell’ NFL e non torni a lottare prima o poi.

 

DN: Tra Saracca, Ganzerli, CDB e DVD (n.d.r. tutti staffer di tw.com)?

M: Non me ne voglia il buon Alessandro ma fra i quattro non posso che buttare giù lui. Non ho nessun tipo di antipatia verso Alessandro ma gli altri tre nomi da te fatti sono persone con cui ho avuto il piacere di parlare dal vivo e al telefono quindi è ovvio che c’è un legame di amicizia superiore.

 

DN: Com’è il tuo rapporto con i colleghi di tw.com? Come ci si trova nel  più longevo sito italiano di wrestling?

M: Li odio tutti e penso che li farò licenziare entro breve tempo. No, scherzo!Il rapporto è buono con tutti, non ho il piacere di aver parlato con ogni membro dello staff ma con quelli con cui sono in contatto mi trovo veramente molto bene. Con CDB ormai c’è un amicizia profonda che va ben oltre al legame “lavorativo” di tw, e con molti altri, soprattutto quelli citati in precedenza, ci troviamo a parlare un po’ di tutto e non solo di wrestling. Su Tuttowrestling ci si trova benissimo, il clima è buonissimo e ogni problema che inevitabilmente nasce viene risolto all’interno dello staff senza particolari litigi ma semplicemente con il dialogo. Direi che il sito non dimostra per niente i suoi 7 anni e faremo di tutto per rimanere il punto di riferimento del wrestling web in Italia per molti anni ancora.

 

DN: Sei uno dei curatori del fantawrestling. Ultimamente è più facile  indovinare i risultati dei ppv oppure ultimamente il buon Vince ha  saputo rimischiare le carte, dando il giusto peso ad i rumors “internettiani”?

M: Mah se è più facile di certo non lo è per me, l’ultima volta che ho dato pubblicamente i miei pronostici, nell’edizione del WWE Planet pre Bad Blood, ne ho sbagliati parecchi. Devo dire però che io tento di non leggere i rumors internettiani proprio per non rovinarmi lo spettacolo, perciò i miei pronostici di solito si basano su ragionamenti smart fatti da me e ultimamente la WWE molto spesso non fa quello che io mi aspetto che faccia.

Il problema è che spesso quello che ci propone è peggio di quello che avevo pronosticato io!

 

DN: La WWE è finalmente tornata in Italia, le federazioni italiane riescono a ritagliarsi il loro piccolo spazio, la WWE nelle tv  italiane ha aumentato in modo esponenziale gli spettatori. Il 2004 è  stato il boom che da tanto tempo aspettavamo o la situazione deve  ancora migliorare? Come giudichi questi fenomeni?

M: Mi sembra che la situazione sia già ottima ora e solo 2-3 anni fa sarebbe stato impossibile immaginare 20000 persone a vedere due show di wrestling in Italia. Credo che il grosso boom ci sia già stato e che la situazione tenderà a stabilizzarsi nel corso del prossimo anno, in ogni modo metterei la firma per far rimanere la situazione italiana ai livelli di ora. Aspetto con ansia un eventuale tour di Raw, che noi tutti auspichiamo possa verificarsi nella prossima primavera. Se anche quello darà ottimi risultati la WWE non potrà fare a meno di considerare noi come il mercato europeo più importante dopo l’Inghilterra e non potremo che essere fieri, noi di Tuttowrestling ma anche coloro i quali hanno collaborato in tutti i siti che si sono succeduti nel corso degli anni di buio, per aver contribuito a far sì che il nostro sport-spettacolo preferito sia tornato sotto la luce dei riflettori come lo era dieci anni fa.

 

DN: I siti italiani di wrestling, dopo il periodo d’oro d’inizio  millenio, hanno quasi tutti chiuso. Qual è la tua opinione a riguardo?  Quale sito estero consiglieresti ai nostri lettori?

M: Mah la chiusura dei siti ha rappresentato il giallo del 2004, molte voci sono girate a riguardo e non mi sembra questa la sede per parlarne, però credo che, al di là di problemi di carattere legale che alcuni siti hanno avuto, se si ha la voglia e il tempo di dedicarsi a un sito web le possibilità per farlo nel pieno rispetto della legalità ci sono eccome. Nuovi siti sicuramente nasceranno in futuro, come ad esempio quello dei miei amici Sara e Fiorentino, e noi di Tuttowrestling siamo pronti al ritorno della “concorrenza”, speriamo un po’ meno aggressiva di quella passata visto che alla fine bisognerebbe sempre ricordarsi che il wrestling web è un passatempo e i problemi della vita sono ben altri. Spero che ad un clima più sereno possa contribuire il fatto che grazie al ritorno della WWE in Italia molti di noi si sono potuti conoscere dal vivo e si è potuto costruire un legame di amicizia che quando si è dietro uno schermo è molto difficile da ottenere.

 

DN: siamo ai saluti: fatti una domanda, risponditi da solo, e non citarmi per plagio ;-)

M:Un saluto a tutti gli amici di Supereva e concludo con la domanda che tutto il mondo si fa da più di un mese a questa parte e a cui darò ora una risposta: Perchè CDB ha comprato Pauleta al Fantaeuropeo 2004? ‘Cause he is the man….and he can!!!!

 

Le categorie della guida

Link correlati