Questo sito contribuisce alla audience di

NWA TNA Impact - 15/10/2004

La nostra Cri ci propone un completissimo report dall'ultima puntata di Impact con un match da sogno quale quello fra Monty Brown e Jeff Hardy e tanto altro ancora...

Eh lo so assistente… Non siamo in un PPV, però dobbiamo darci da fare lo stesso… In questo periodo, tra disguidi vari, abbiamo fatto anche troppe vacanze. Ops… Buonasera a tutti ragazzi! Come vedete, siamo finalmente tornati con i report rigorosamente live della TNA! Diciamo che come location non ci possiamo lamentare, perché gli Universal Studios di Orlando, in Florida, sono uno spasso… E quando non rischiamo di trovarci con un uragano sopra la testa, anche la Florida in sé è una figata! Se poi vogliamo dare un’occhiata tra il pubblico, troviamo un po’ di fans già belli conciati per Halloween (un po’ in anticipo direi)… Però non ci sono solo dei costumi normali (e non sono neanche a chiocciola assistente, tranquillo), perché ci sono anche alcuni temerari mascherati da Chris Jericho o da Jeff Hardy (che spettacolo raccapricciante ragazzi). Ora però iniziamo con lo show, che parte subito in quarta (piccola curiosità o pillola di sapere: l’espressione “partire in quarta” non deriva, come molti pensano, dalla marcia della macchina, bensì da una posizione di attacco della scherma. Visto che brava la vostra zietta?) con una title shot!

#1 Contender Match

Jeff Hardy vs Monty Brown
Ebbene sì: questi due si scontrano per ottenere una title shot contro il campione in carica Jeff Jarrett. Il match può avere dei risvolti inattesi senza dubbio per via dell’enorme differenza di stile tra i due… Ma vediamo che sulle prime è The Alpha Male a portarsi in vantaggio grazie alla sua notevole superiorità fisica su Jeff Hardy sia dentro che fuori dal ring. Ma Jeff non si lascia intimidire, e grazie ad una Twist of Fate conquista un conto di due. Nel corso del match si registra anche l’intervento di Abyss, che approfitta del fatto che Brown ha messo KO Rudy Charles per attaccare Hardy con un Black Hole Slam, mentre arriva anche Raven, che colpisce Monty Brown con una sedia. Non appena l’arbitro si riprende, non gli resta che effettuare il conteggio decisivo che proietta Jeff Hardy a sfidare il campione in carica al prossimo PPV.

Nel backstage, intanto, vediamo che Shane Douglas è alle prese con i due protagonisti della sfida al vertice della TNA: Vince Russo e Dusty Rhodes. The American Dream cerca di fare in modo che siano i fans a decidere chi tra loro debba abbandonare la compagnia. Russo si dice d’accordo e se ne va. E noi intanto torniamo nell’arena, dove il campione in carica della X Division Petey Williams sta per mettere in palio il suo titolo!

NWA X Division Championship Match
Petey Williams (c) w/Scott D’Amore vs Jason Caparo
Vi prego, non chiedetemi chi è questo Jason Caparo, perché non ho idea di chi sia. Ma nonostante la mia ignoranza nei suoi confronti, dimostra di avere una buona abilità sul ring, e lo fa mettendo alcune volte in seria difficoltà il campione in carica (e esecutore della più bella finisher del circuito indipendente, non mi stancherò mai di ripeterlo ragazzi). Però avviene un fatto che ha dell’incredibile: non tanto il fatto che Petey Williams riesce a chiudere il match conservando il titolo, ma il fatto che per chiuderlo usi nientemeno che la Styles Clash (finisher di uno dei suoi acerrimi rivali, AJ Styles), dimostrando così ad AJ che è pronto per sfidarlo. E ovviamente, AJ Styles non aspettava altro, ed esce dal backstage per dimostrare a sua volta che anche lui è pronto. Che dire ragazzi… Non vedo l’ora che si svolga Victory Road!!!

3 Live Kru vs Nate Webb, Erick Stevens e John Caterro
E adesso come faccio a nascondere la mia gioia nel vedere Nate Webb davanti ai miei occhi? Beh ragazzi, vi do una piccola curiosità su Nate Webb: oltre ad essere uno dei miei wrestler preferiti della IWA Mid South (federazione ultraviolent di Ian Rotten che opera appunto nel Mid South), è un ballerino provetto: nel corso del King of the Death Match del 2003, infatti, ha fatto venire giù l’arena scatenandosi, insieme a Becky Bayless nei panni di sua manager, in un balletto che aveva dell’incredibile… Ma non è tutto qui, perché non contento è andato nel backstage, ha tirato fuori Jerry Lynn (dinnanzi al quale mi inchino e mi cospargo il capo di cenere in segno di rispetto e stima, e al quale mi permetto di mandare, insieme al mio assistente, i più sentiti auguri di pronta guarigione dalla sua recente operazione) e ha fatto ballare anche lui. Per quanto riguarda il match, invece, non c’è praticamente nulla da dire: vittoria semplice e pulita per i 3 Live Kru, senza aggiungere altri commenti.

Nel backstage, intanto, “The Franchise” Shane Douglas (spero che ve lo ricorderete con questo soprannome) sta parlando con Jeff Jarrett del fatto che Jeff Hardy ha nuovamente ottenuto la possibilità di sfidarlo per il titolo, per poi cadere nel discorso sui prossimi, imminenti ritorni in TNA: The Outsiders! Ma mentre Shane Douglas li chiama “Outsiders”, JJ li chiama distintamente per nome: Scott Hall e Kevin Nash. A quest’ultimo va il suo personale benvenuto nel “Planet Jarrett”, lasciando chiaramente intendere che Scott Hall non ne farà parte.

Intanto sul ring tutto è pronto per un match tra Raven e Brian “the Blade” Gamble. Raven però esce prima che suoni il gong e attacca Gamble per poi farsi dare il microfono da Borash. Raven insulta Monty Brown, Abyss e Jeff Hardy. Brown arriva sul ring e attacca Raven, Abyss arriva e attacca Brown, costringendo security e arbitri ad intervenire per sedare la rissa.

Sui maxischermi, intanto, possiamo vedere un video di Roddy Piper che promuove “In the Pit With Piper”, mentre Larry Zbyzsko raggiunge Mike Tenay e Don West al tavolo di commento per il prossimo match. E ovviamente, vista la presenza di Zbyzsko, non può che essere un match di coppia!!!

Tag Team Championship Match
James Storm & Christopher Daniels (c) vs Team Canada (Bobby Roode & Eric Young)

Credo che Borash abbia ragione nel definire questo incontro come “il più grande tag team match della storia della TNA”, veramente un qualcosa di fantastico: azioni mozzafiato sia dentro che fuori dal ring, prove di recitazione degne del miglior Al Pacino (mi riferisco ad un finto infortunio inscenato da Eric Young) e interferenze assurde da parte di Scott D’Amore. Tuttavia, il Team Canada riesce ad aggiudicarsi match e titoli. Un plauso dovuto anche a Storm e Daniels per la bella difesa operata.

Ancora una volta nel backstage, Shane Douglas parla con Jeff Hardy in merito al title match che lo vedrà contro Jeff Jarrett a Victory Road, il prossimo appuntamento in PPV con la TNA, e viene fatto un annuncio che pochi di noi si sarebbero aspettati: non sarà un match “normale”, ma sarà un Ladder Match!!! E su questo annuncio noi abbiamo concluso la nostra (misera) ora con la TNA. L’appuntamento è dunque rinnovato per settimana prossima… Da Cri e il suo assistente è tutto, ciao!!!!!!

Le categorie della guida