Questo sito contribuisce alla audience di

It's Wrestlemania Time!!!

Manca veramente poco a Wrestlemania XXI ed Emanuele D'Aniello ricostruisce nel suo Bottom Line gli eventi che hanno portato Batista a diventare il champ contender invece di Randy Orton. Da non perdere!!!

Amici del grande wrestling, eccoci tornati a un nuovo appuntamento col BOTTOM LINE! Poco meno di due settimane ci separano da un ppv attesissimo, Wrestlemania 21, che secondo il mio modesto parere rischia di essere una delle migliori edizioni di sempre qualora la WWE non sbagliasse nessuna carta. Ma stasera proprio di un fatto relativo a WM 21 voglio parlarvi, e precisamente del ruolo dell’avversario di Triple H: ora c’è Batista, ma tempo fa era designato per quel ruolo Randy Orton; per questo vediamo dove Batista ha indovinato i punti che Orton ha fallito.

A Wrestlemania 21 nel main event Batista sfiderà Triple H per il titolo mondiale di Raw, ma 8 mesi, precisamente in quel post Summerslam in cui Orton era campione del mondo, proprio il Legend Killer era stato designato per sfidare per sfidare HHH. La strada per orton era facile quanto leggendaria: perdere il titolo dalle mani proprio di HHH, turnare face e andare a vincere la Royal Rumble, tutto questo durante un epico feud che lo avrebbe visto nel main event di WM 21 a strappare il titolo proprio a HHH e consacrarsi vera nuova icona della WWE. Ma Orton ha fallito, o meglio siamo più attenti, la WWE ha fallito.

Randy Orton di colpe ne ha davvero poche: lui è il miglior prospetto della federazione, quella con l’avvenire più roseo davanti a se, quello con più margini di miglioramento, e nonostante ciò già ora è un personaggio perfetto, abile sul ring e abilissimo al microfono, dotato di un attitude davvero innata. Ma tutto questo da heel. E si, perché non è colpa di Orton non il face non gli riesce bene. O meglio, precisiamo ancora: non è colpa sua se per fare il face, tra l’altro imposto, deve necessariamente snaturare il personaggio che lo aveva fatto diventare campione del mondo. La WWE ha sbagliato tutto il possibile, lo ha portato sul tetto del mondo e poi lo ha ridicolizzato. Non si può imporre un face da amare ai fans, il tifo va costruito. La wwe ci ha sperato fino all’ultimo, pi ha capito che era inutile proseguire e Orton ha smesso i panni del primo sfidante, e anzi presto potrebbe finalmente turnare heel, e ricominciare la sua carriera.

Poi è arrivato Batista. Batista si è imposto come una forza della natura quale è, la WWE gli ha dato la possibilità, e il gigante non ha perso tempo. Fino alle Survivor Series Batista era da me aspramente criticato, lo definivo un eterno incompiuto, peggiore del Flair attuale,l’anello debole dell’Evolution, ma ha smentito tutti, me in primis, e ora sono orgoglioso di dire che sono un suo grande tifoso. La lezione di orton è servita alla WWE, e la federazione ha dato a batista la stessa identica storia, con la differenza sostanziale che finalmente era costruita benissimo. Non c’è un turn face immediato e ingiustificato, ma un lento e inesorabile cambiamento e risveglio di Batista. Batista non ha sbagliato nulla, e la WWE non ha sbagliato nulla. Vedere come di settimana in settimana il rapporto tra batista e HHH si deteriorava era perfetto, attendere che da un momento all’altro Batista esplodesse verso il suo leader ha lasciato molti col fiato sospeso per vedere raw. Così si costruisce una storia, così si turna face un heel che non aveva prima nessuna credenziale per fare il top face della federazione. Batista poi è esploso, e il tifo verso di lui è salito alle stelle. Merito dobbiamo dire anche di HHH, che manderebbe over come face anche me, ma comunque tutto il merito va a Batista, che ha saputo prendere il treno giusto, e non so se gli sarebbe capitata una seconda chance del genere. Batista ha fatto tutto quello che doveva fare Orton, e ha indovinato ogni tappa. Ma cosa ha Batista più di Orton???

Siamo sinceri, Batista non ha nulla più di Orton. Batista più di Orton ha solo la potenza, e ci mancherebbe altro essendo lui un big man alto e grosso. Ma Orton è molto più forte di batista sotto ogni aspetto, dall’abilità sul ring all’attitude come personaggio, anche se Batista sotto questo ultimo aspetto è migliorato vertiginosamente. E sono sicuro che Orton sarebbe stato anche un grandissimo face, se però alle spalle non avesse avuto una fama da Legend Killer, se fino al giorno del prima del suo turn non fosse uno dei top heel della federazione.

Inoltre la vera carriera di orton deve ancora cominciare, di titoli, di Rumble e di main event di Wrestlemania ne vincerà a bizzeffe, mentre per batista questo era il treno della vita, a 35 anni e senza una grossa fama alle spalle questa era un’occasione da prendere al volo, e qui sta tutti la bravura di Big Dave, che ha preso il treno al volo e sta meritando questa viaggio. Spero che il prossimo anno Orton posso riprendersi tutto quello che gli è stato tolto per una cattiva gestione, per colpe non sue, ma stavolta tifiamo tutti e diamo i meriti a chi li deve ricevere, Batista merita un grosso applauso.

AND THAT’S THE BOTTOM LINE CAUSE WRESTLEMANIA X-SEVEN SAID SO!!!!!!

Le categorie della guida