Questo sito contribuisce alla audience di

La contropinione di Caterina

"Ho scritto in “difesa” della proposta di codacons e AN. Forse non mi sono spiegata bene."

Ho scritto in “difesa” della proposta di codacons e AN. Forse non mi sono spiegata bene.

Innanzitutto specifico che sono un genitore ma non ho figli piccoli e sono d’accordo che la prima educazione la si riceve dai genitori i quali devono dire si o no.

Ma sono altrettanto convinta che la politica e i partiti sono qualche cosa di diverso da quello che sono ora. Dovrebbero essere dei soggetti eletti dal popolo che si mettono al servizio del bene comune. Mettersi al servizio del bene comune vuol anche dire proibire. Poiché molto spesso non sono al servizio della comunità ma solo di se stessi cerco almeno di apprezzare quando nella proposta c’è del buono.

Tornando al tema in discussione credo che un grosso aiuto potrebbe venire da una spiegazione che i colpi, le botte ecc sono delle finzioni e che i protagonisti sono degli splendidi attori. Certo questo toglierebbe il godimento che molti provano nel dire “guarda che colpo “. I danni che vengono provocati nelle menti in formazione dei bambini e dei ragazzi sono contenute tutte in queste frasi.

Non viene più insegnato il rispetto per gli altri, la solidarietà, a non usare la violenza , ma solo che il più forte e violento vince e diventa ricco e potente. Per favore non difendetevi dicendo che altri sono violenti. Credo che chi disprezza la violenza la disprezzi tutta ovunque sia, ma qui ora si sta discutendo di Wrestling e di quanto può castrare la mente delle persone. Non siamo tutti uguali e le menti sono più o meno influenzabili. Non per niente esistono le tecniche di persuasione che si insegnano perfino nelle università

Saluti Caterina

Le categorie della guida