Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista con Raid, il Sergente di Ferro della ICW

Il nostro Shiva continua le sue interviste fra i lottatori della Italian Championship Wrestling. Oggi è il turno di Raid, il Sergente di Ferro!

Ecco per il quarto numero dedicato alla ICW il Sergente delle Federazioni, alto 184 cm e con un peso di 81 kg, ecco a vuoi RAID!

Come mai hai scelto proprio questa gimmick e quanto rispecchia la tua reale natura?
La mia più che una gimmick è un modo di essere. Sono stato realmente per anni nell’ Esercito Italiano, quindi i mie vari soprannomi come “Sergente” o “Letal Weapon” si riferiscono a quel particolare periodo della mia vita.

Qual è il tuo ruolo sul ring?
Beh, io quando salgo sul ring lo faccio per vincere. Che combatta secondo le regole o meno il mio unico obbiettivo è schienare il mio avversario. E’ alla base delle tre regole di vita di Raid: Volontà. Determinazione. Vittoria.

Pensi di essere importante e necessario per la ICW?
Sotto le armi mi hanno insegnato che tutti sono utili ma nessuno è insostituibile. In federazione ci sono degli ottimi wrestler, alcuni già noti, altri che avranno modo di mettersi in luce con il passar del tempo, ed io sono tra questi. Purtroppo il 2006 per me è stato un anno di transizione; sono stato fermo per lungo tempo a causa di alcuni infortuni che mi hanno impedito di far vedere ai fans dell’ Icw chi è veramente Raid. Il 2007 spero sia il mio anno.

Com’è il rapporto con i tuoi colleghi?
Come in tutti gli ambienti di lavoro c’è il collega con cui leghi di più e chi meno, e questo è normale. Sul ring però la penso diversamente: li non ci sono amici ma solo potenziali nemici… e per questo che si dice che Raid odia tutti.

Hai mai pensato di lottare anche in qualche federazione estera?
Se dovesse arrivare qualche chiamata dall’estero non nego che la valuterei. L’ICW è un ottimo trampolino di lancio e mi auguro di poter proseguire la strada intrapresa da alcuni miei colleghi che combattono già da qualche tempo all’estero.

Com’è il tuo rapporto con le persone che iniziano a praticare questo sport? Preferiresti che il wrestling fosse riservato ad una particolare èlite di persone?
Sono sempre stato una persona a cui fa piacere dare dei consigli ai meno esperti. Se non avessi seguito i vari consigli che mi davano i più esperti forse non sarei nel roster Icw. Il wrestling è uno sport selettivo; chiunque può iniziare a fare wrestling ma alla fine solo una minima parte diventa wrestler a tutti gli effetti.

Quale è stato il match nel quale ti sei espresso in miglior modo e perché?
Forse il mio più bel match è stato l’ultimo che ho disputato a Praia a Mare contro Mr. Excellent. Con il wrestler lodigiano mi sono scontrato un’infinità di volte e sinceramente sono venuti fuori sempre dei bellissimi match. Il motivo è semplicissimo: siamo tutti e due dei veri combattenti e quindi il ring si trasforma in un campo di battaglia…ovviamente ciò che mi piace di più.

Pensi che sia giusto ispirarsi a qualche Wrestler in particolare? Se si quale sono i tuoi idoli?
Tutti hanno un modello a cui si ispirano ma questo non vuol dire esserne il clone. Personalmente mi piacciono Kurt Angle e The Rock.

Cosa ami del wrestling moderno e cosa invece odi?
Il wrestling o si ama o si odia e io opto per la prima. Se proprio devo trovare un difetto credo che si tenda troppo ad accostare a questo sport un determinato tipo di costituzione fisica. Una costituzione fisica a cui pochi wrestler italiani possono ambire senza ricorrere a sostanze illecite.

Quanto è importante per te il wrestling?
Il wrestling è la mia vita. Io non sono wrestler per hobby ma bensì lo faccio di mestiere. Sono un wrestler 365 giorni all’anno e di questo ne sono orgoglioso.

Per concludere… 3 parole per descrivere la ICW, la sua storia, protagonisti, virtù e difetti.
Credo che l’ICW sia il wrestling italiano per antonomasia, quindi tutto ciò che è dentro la federazione è frutto di un’accurata selezione ed è ciò che c’è di meglio sul suolo italico.
Voglio chiudere con una promessa: la vera guerra in ICW comincia ora!

Ringrazio Raid per l’intervista e tutta la ICW

Le categorie della guida