Questo sito contribuisce alla audience di

Armageddon Under The Tach Light

Voti, commenti e giudizi per l'ultimo Pay Per View WWE di questo 2006 oramai al termini. Tutto chiaramente... Under The Tach Light!

Bentornati a tutti sulle pagine di sEw e di Under the Tachlight. Questo 2006 di wrestling nordamericano si è concluso con due mesi ricchi di PPV: ben sei, tra novembre e dicembre tra WWE e TNA. A completare la serie, come di consueto, Armageddon, feudo del roster di Smackdown!, un roster in netta ripresa a livello qualitativo, nonostante qualche defezione e qualche “new” entery che non può che lasciarmi perplesso (chi ha detto Dave Tylor?). Vediamo se tutta questa pubblicità fatta al “triplo main event” si è poi tradotta in uno show davvero memorabile… Questa settimana mi propongo di salire in cattedra: vai di pagellone!

Kane def. MVP La stipulazione non rientra di certo tra le mie preferite, anzi, diciamo pure che un match semplice one-on-one mi risulta decisamente più affascinante di uno in cui per vincere bisogna “dare fuoco” ad un avversario con le fiamme che ardono a bordo ring. La psicologia della contesa è veramente fragile come le caviglie di Van Basten ed infatti anche in questo caso l’incontro non decolla mai e si conclude in maniera davvero poco appariscente. L’inesperienza di MVP e la scarsa verve di Kane di fronte a un avversario non alla sua altezza non lasciano il segno. Main Event? Forse a Heat. voto: 6-

HooliganZ def. Hardyz, MNM, Regal & Tyler Questo si che è un incontro da main event! Grandi spot, un filo logico nella contesa e la poca partecipazione di William Regal e Dave Tylor (non ha alcun senso inserire due lottatori del genere in un ladder match) hanno sopperito alla defezione forzata di Joey Mercury ed hanno fatto di questo match non annunciato uno dei migliori della serata. Da autogol non pubblicizzare questo incontro prima del PPV: sicuramente avrebbe fatto presa su un certo tipo di pubblico. Spero di assistere a un rematch in TLC prima o poi, magari con il WGTT al posto degli inglesi. Finalmente una vittoria di prestigio per London e Kendrick. Se la meritano davvero. voto: 7 1/2

Boogeyman def. the Miz: Inutile. Inguardabile. Si dice che le bancarelle del merchandising, delle bibite e dei panini siano state letteralmente prese d’assalto e che ai cessi si fossero create file chilometriche. Tutto pur di non assistere a questo scempio d’incontro. Avete notato che clima di assoluta e totale indifferenza?Con Boogeyman hanno perso un’occasione e non riescono a capire che recuperare è impossibile per evidenti limiti del lottatore. Lo si utilizzi come elemento freak per qualche angle, ma si eviti di farlo lottare. voto: 4 1/2

Chris Benoit def. Chavo Guerrero Altro ottimo match. Sempre equilibrato, mai lento, mai banale, con un bel finale e buone prove di preparazione tecnica per entrambi, ma di certo non abbiamo visto il meglio che Chavo e Chris avrebbero potuto dare. Pur assistendo ad un buonissimo incontro, ho avuto l’impressione che il tutto sia stato un po’ troppo “accademico”: è mancata un po’ di fantasia. voto: 7

Gregory Helms def. Jimmy Wang Yang Incontro discreto, penalizzato da una fase centrale troppo lenta per due pesi leggeri che potrebbero tranquillamente lottare a cento all’ora (come dimostrato ad inizio match e nel finale). Nel complesso, abbiamo assistito ad un match avvincente in quanto equilibrato e ben costruito da entrambi. voto: 6 1/2

Undertaker def. Ken Kennedy Ecco il vero main event! Un capolavoro. Ken Kennedy si è confermato un ottimo investimento per il futuro, ma a giudicare dalla sua prestazione, mi sento di dire che il futuro non è molto lontano, anzi, è giusto dietro l’angolo. Patos, intensità, brutalità, incertezza, colpi di scena… Ecco quello che ci si aspetta in questo tipo di incontri. Il volo di Taker dalla scenografia ha fatto un certo effetto, nonostante il materassone inquadrato dopo la caduta (avendo staccato a lungo su particolari a vanvera, avrebbero potuto anche fare in modo di spostarlo, il materassone…). La scelta della federazione è stata quella di far uscire Kennedy a testa alta dall’incontro e dal feud (un po’ come un anno fa con Orton), ma ora PRETENDO una faida tra il becchino e Batista. E’ inevitabile, punto e basta. So già che mi illudo… Match of the night! voto: 8

John Cena & Batista def. King Booker & Fit Finlay La scontata imposizione dei due campioni del mondo sui due heel meno quotati. I quattro lottatori coinvolti hanno svolto il compitino senza infamia e senza lode e se il pubblico ha partecipato alla contesa è solo per il fatto che Batista è tremendamente over e che John Cena lo segue a ruota. Incontro buono per fare il main event a SmackDown!, ma obbiettivamente un po’ poco per un PPV. voto: 6 1/2

WWE Armageddon 2006 Armageddon si è rivelato un evento solido e divertente. Il solo incontro decisamente insufficiente, per fortuna, è stato molto breve, l’Inferno match si è risolto senza infamia e senza lode, ma dal resto della card abbiamo avuto decisamente una fortissima dose di emozioni. Oltretutto, abbiamo assistito ad un Last Ride Match da inserire nei dvd biografici di entrambi i contendenti e ad un ladder match da paura che hanno sopperito alla grande alle carenze dei due incontri sopraccitati. Show assolutamente da non perdere, di certo uno dei migliori della WWE per il 2006. Buone anche le prospettive del post PPV: dalla serata Kane, Taker e Kennedy escono decisamente rafforzati e credibili come main eventer, mentre calano un pochino le quotazioni di King Booker e Fit Finlay. Vedo maluccio MVP ed immagino che le faide per i titoli secondari (Benoit contro Chavo, Helms contro Yang, London & Kendrick contro Regal & Tylor) si protrarranno ancora per un po’. voto: 7 1/2

E con questo è tutto, come sempre, sentitevi liberi di lasciare un commento sul forum di superEva wrestling, o di contattarmi a thetach@gmail.com. Risponderò a tutti.

Turn off the Tachlighter now.
Alla prossima!
See U!
Marco “the Tach” Scolè

Le categorie della guida

Link correlati