Questo sito contribuisce alla audience di

We-are-Wrestling, nuova realtà del Web Italiano

Apre, all’indirizzo www.wearewrestling.net, un nuovo sito, diretto dal telecronista e giornalista sportivo Fabrizio Ponciroli. Scopriamo questa nuova realtà più in dettaglio con Macho Minkius

Apre, all’indirizzo www.wearewrestling.net , un nuovo sito, diretto dal telecronista e giornalista sportivo Fabrizio Ponciroli.

Mettendomi nell’ottica di un qualsiasi wrestling fan, mi sorgerebbe spontanea una semplice, oculata, domanda: se ne sentiva realmente il bisogno, di aprire un altro sito in un panorama affollato come quello del wrestling web, sovraffollato, per non dire saturo, e proprio in un periodo in cui lo sport entertainment non gode nemmeno di tutto questo successo? Essendo il sottoscritto parte del progetto, la riposta, non potrebbe che essere un secco si; altri diranno i loro no, mentre è compito mio, come minimo, sostenere quel che faccio.

Wearewrestling si propone di distinguersi, fin da subito, quanto più possibile dagli schemi mentali, dalle forme mentis, che hanno caratterizzato impaginazione, struttura e fruizione degli ultimi anni di wrestling web. Nel bene o nel male, quindi, wearewrestling si propone di innovare l’ottimo modello tuttowrestling, partendo, per una volta, dal presupposto che esista ancora un modo differente di parlare di wrestling. Come esisteva prima che tuttowrestling fosse concepito.

In secondo luogo, wearewrestling si propone di concedere una parità reale a tutte le diverse realtà del wrestling, con l’obiettivo, nemmeno troppo segreto, di aiutare anche quella realtà nostrana del wrestling, che non difetta tanto di qualità quanto d’esposizione. Quell’esposizione, che è l’unico vantaggio che un sito web può garantire.

In terzo luogo, slacciandosi dal fruttuoso modello tuttowearewrestling, wearewrestling si propone come una sorta di giornale, di quotidiano online, dove al primo posto sta l’informazione, e non l’opinione, per quanto anche il leggere opinioni sia interessante e ricreativo. Ovviamente, un primato dell’informazione è possibile, perché quel che di certo non manca nel mondo del wrestling è la passione per la disciplina, e la varietà, quindi, di wrestling lottato proposto nelle diverse federazioni, in Italia, negli Stati Uniti, in Giappone e in Messico, ma anche in moltissime altre nazioni.

Infine, lo spirito col quale wearewrestling si affaccia al mondo del wrestling web, è uno spirito libero, e aperto all’accettazione delle più diverse proposte; è mia ferma convinizione, e di gran parte dello staff che compone il progetto, che le differenze culturali, di ambiente, e soprattutto, di età, possano portare con se non solo difetti, ma anche vantaggi, e che non esista, nemmeno in via ipotetica, una figura ideale per quanto riguardo lo staffer perfetto di un sito di wrestling. L’adolescente ha un modo suo di veicolare e comunicare le proprie idee, un modo che può anche avere, di rimando, un certo pubblico a cui rivolgersi; così come il post adolescente, il trentenne o l’adulto. Ognuno, con la sua specificità, può far breccia in qualcun altro, su un certo tipo di persona, ed è quindi intenzione di chi muove il progetto wearewrestling proporre non solamente contenuti vari, ma anche i più diversi modi per comunicare questi contenuti, facendo ricorso ai più svariati generi di persona.

La natura è varia, il mondo è vario, e io personalmente ho sempre trovato un errore porsi al posto della natura, regalando o togliendo dignità o validità alle diverse realtà che il mondo manifesta. Wearewrestling, quindi, è aperto a tutti, l’obiettivo, è soddisfare il maggior numero di persone possibili, seguendo la via della varietà e dell’innovazione, piuttosto che quella della tradizione e del compromesso. Tutti, spero, potranno trovarci qualcosa di interessante, e molte, sempre di più, saranno le possibilità di partecipare, e di collaborare, col sito. Io, tuttavia, puntando con decisione il dito sulla varietà dei contenuti proposti, preferisco parlare, sempre, di progetto.
Perché il termine progetto, inoltre, incarna anche l’ultimo aspetto di wearewrestling; quella spinta evolutiva, verso la differenziazione, il cambiamento ed il miglioramento, che il termine progetto definisce così bene, e che spero wearewrestling definisca altrettanto bene.

Le categorie della guida

Link correlati