Questo sito contribuisce alla audience di

WWE Raw vs Smackdown 2009

Ci siamo! L’appuntamento più atteso dai videogiocatori appassionati di Wrestling come il sottoscritto è arrivato, il nuovo Smackdown vs Raw è tra noi! Cosa aspettarsi da questa nuova edizione del[...]

Ci siamo! L’appuntamento più atteso dai videogiocatori appassionati di Wrestling come il sottoscritto è arrivato, il nuovo Smackdown vs Raw è tra noi! Cosa aspettarsi da questa nuova edizione del Wrestling targato THQ publisher che presto pubblicherà anche un altro gioco di Wrestling dedicato alle leggende della federazione di sTamford? Continuate a leggere la nostra recensione e lo scoprirete!

Dopo il rapido caricamento, eccoci a scoprire subito le modalità di gioco. In primis troviamo tutte le possibilità di esibizione (dove fino a 6 giocatori potranno confrontarsi) a cui, oltre alle tantissime già presenti nell’anno scorso è stata aggiunta la modalità “Inferno” in cui per vincere dovremo far infiammare il nostro avversario (già vedo associazioni tipo Moige esultare per questa notizia…). Confermatissimo lo strepitoso editor a cui è stato confermata la possibilità di personalizzare in modo complesso le entrance dei lottatori e le finisher. Oramai immancabile anche il gioco on line dove adesso ben 6 giocatori potranno prendere parte a quasi tutte le varie modalità presenti anche nel gioco off line.

WWE Raw vs Smackdown 2009

Alla già rodata modalità carriera, quest’anno è stata aggiunta “Road to Wrestlemania“, una sorta di Storymode personalizzata per 5 delle più grandi superstars della WWE (Undertaker, Triple H, John Cena, Chris Jericho e CM Punk) oltre a Rey Misterio e Batista che potranno essere gestiti da due giocatori in co-op. Scelto il nostro alter ego preferito (segnaliamo un roster non perfettamente aggiornato rispetto allo stato attuale della WWE, ad esempio c’è ancora Big Daddy V e la mancanza delle leggende ovviamente per dare più spazio al nuovo brand, ma tra le nuove features spicca la possibilità di cambiare lo show delle superstar in modo tale da rispettare i cambiamenti che avvengono nella “vera” WWE) è arrivato quindi il momento di salire sul ring.

Il sistema di prese e controprese è rimasto lo stesso se pur particolarmente affinato in fatto di sincronia e precisione: per attivare le prese e le proiezioni basterà premere lo stick destro del pad in una delle 4 direzioni per dare il via alla sequenza di mosse desiderata. E’ poi possibile dare luogo ad una vera e propria serie di prese combinate che cambieranno in base alla posizione di partenza e alle combinazioni di tasti premuti (il tasto R1 servirà a generare prese forti). Questa sorta di frammentazione delle prese eseguibile cambia di conseguenza anche il sistema di reversal, che ora può dare vita ad un vero e proprio tira e molla con sequenza di prese spezzate e subito capovolte.

WWE Raw vs Smackdown 2009

Ma il vero cambiamento SOSTANZIALE risiede nell’implementazione dei 60 frames al secondo per il motore grafico del gioco. In questo modo il gameplay risulta essere molto più veloce e rapido nel trasformare in azione l’imput del giocatore e consente quindi una precisione esponenzialmente più alta rispetto alle edizioni precedenti. Può sembrare un “tecnicismo” ma vi assicuro che alla prova del campo, c’è un vero abisso rispetto al passato e se non mi credete… c’è sempre il demo su Playstation Network da provare gratuitamente…Peccato solo per la Royal Rumble dove il motore grafico non riesce proprio a girare a 60 fps ed in cui quindi si proverà la brutta sensazione di un movimento a “scatti”.

Per il resto sul fronte tecnico, il gioco è praticamente identico allo scorso anno (ovviamente tralasciando i 60 fps): la natura multipiattaforma è ancora visibile sotto vari aspetti ed il gioco non fa certo “sudare” il chipset della console Sony ma i modelli poligonali e le texture (oltre a qualche effetto esclusivo come la sudorazione e la perdita di sangue delle superstars) sono così ben fatte che mentre saremo sul ring virtuale non ci preoccuperemo dei “freddi numeri” tecnici! Anche il pubblico è stato migliorato con una tridimensionalità finalmente credibile così come le arene e le entrance (assolutamente da vedere quelle di HHH e di Undertaker) acquisiscono un valore estetico maggiore. Non ci ha fatto gridare al miracolo neppure il sonoro con la telecronaca rimasta in inglese ed i soli effetti sonori nel corso dei match che non riescono a “riempire” particolarmente.

WWE Raw vs Smackdown 2009

IN CONCLUSIONE
La nuova edizione di WWE Smackdown vs Raw, oltre a confermare la leadership di THQ nel campo dei Wrestling videoludici grazie ad un potentissimo editor, le tante modalità di gioco (con la novità dell’Inferno Match) propone alcune interessanti novità a cominciare da alcuni story mode personalizzati per le più grandi superstars della federazione di Stamford (una da affrontare in co-op con Rey Mysterio e Batista) ma anche soprattutto per dei 60 frames al secondo per il motore grafico del gioco. In questo modo il gameplay risulta essere molto più veloce e rapido nel trasformare in azione l’imput del giocatore e consente quindi una precisione esponenzialmente più alta rispetto alle edizioni precedenti. Può sembrare un “tecnicismo” ma vi assicuro che alla prova del campo, c’è un vero abisso rispetto al passato e se non mi credete… c’è sempre il demo su Playstation Network da provare gratuitamente.

GLAMOUR 9.0
TECNICA 8.0
GAMEPLAY 9.5
LONGEVITA 9.5
TOTALE 9.0

WWE Raw vs Smackdown 2009
WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009WWE Raw vs Smackdown 2009

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)

Le categorie della guida