Questo sito contribuisce alla audience di

WWE Summerslam 2008 in DVD - La Recensione

Domenica 17 agosto 2008, ad Indianapolis, precisamente alla Conseco Fieldhouse, si è tenuto SummerSlam, il PPV più atteso dai fan della WWE nel periodo estivo, quest’anno definito dalla stessa[...]

Domenica 17 agosto 2008, ad Indianapolis, precisamente alla Conseco Fieldhouse, si è tenuto SummerSlam, il PPV più atteso dai fan della WWE nel periodo estivo, quest’anno definito dalla stessa federazione dei McMahon il più grande blockbuster dell’estate. Sulle note di “Ready to Roll” dei Jet Black Stare, la theme song ufficiale dell’evento, vediamo insieme cosa possiamo trovare all’interno del DVD dell’evento.

MVP vs Jeff Hardy. Il roster di Smackdown! è protagonista del primo match della serata con una sfida tra due dei talenti “emergenti” del roster. La storia poi ci ha raccontato che nei mesi successivi e fino al momento in cui io sto scrivendo le carriere di questi due lottatori sono procedute in maniera completamente differente, con il più giovane dei fratelli Hardy a fregiarsi del WWE Title e MVP caduto in una sorta di limbo fatto di prestazioni poco convincenti e di una losing streak che ha dell’incredibile. Il loro match di SummerSlam, si è rivelato un discreto opener, ma nulla più: da entrambi sarebbe stato lecito aspettarsi qualcosa di più.

Santino Marella & Beth Phoenix vs Kofi Kingstone & Mickie James. Un intergender match valevole per le cinture di campione intercontinentale e di campionessa femminile credo non si fosse mai visto. Scelta originale, ma, come qualsiasi intergendere match, non particolarmente “appetitoso” per il pubblico. Certamente sufficiente, ma nulla di speciale.

Shawn Michaels annuncia di volersi ritirare a causa dei problemi all’occhio, alla schiena ed al ginocchio. L’annuncio che HBK fa in presenza di sua moglie Rebecca (la vera compagna di Michaels nella vita e non il personagigo di una storyline) e che vede l’interruzione da parte di Chris Jericho va ad impreziosire quella che come ho più spesso ripetuto, reputo la miglior storyline del 2008 in casa WWE.

Mark Henry vs Matt Hardy. Il match valevole per il titolo ECW ha ben poco da dire ed è caratterizzato dalle interferenze di Tony Atlas in favore del self-proclaimed “World Strongest Man” e di Jeff Hardy in favore del fratello Matt.

CM Punk vs JBL. Il vincitore del money in the bank match di WrestleMania 24, nonché fresco World Heavyweight Champion, difende per la prima volta il suo titolo in PPV contro un avversario ostico come JBL. Mi riferisco al texano come ad un avversario ostico, nel senso più “smart” di questa definizione: JBL ha un ottimo personaggio, buone capacità di intrattenitore, ma sul ring è una frana: inguardabile. Affrontare un avversario del genere alla prima difesa titolata non è stato di certo facile per CM Punk, che a differenza di un Batista o anche solo di un Randy Orton non ha centimetri e chili a sufficienza per potersela giocare “alla pari” con l’ex APA. Lottare un buon match e convincere il pubblico di poter essere un buon campione non è di certo facile in queste circostanze. Il match vive di alti e bassi e non passa di certo agli annali come qualcosa di indimenticabile.

Triple H vs Great Kahli. A Kahli non si può certo chiedere di essere o di lottare come Bret Hart ed infatti la prestazione dell’indiano non fa gridare al miracolo nemmeno questa volta, ma rispetto allo standard delle sue prestazioni, questo incontro con Triple H ci ha fatto vedere un gigante un po’ meno bolso del solito, che con HHH ha saputo intrattenere e divertire il pubblico degnamente. Evidentemente anche per merito anche dello stesso Hunter (spezzo ora una lancia in favore di John Cena: anche lui aveva saputo “tirare fuori” buoni incontri dal gigante Kahli in passato), il match per il WWE title si è rivelato godibile, migliore rispetto a quello per il WHC title.

John Cena vs Batista. Questa sorta di dream match tra i due face che negli ultimi anni hanno catalizzato e raccolto il maggior numero di consensi tra il pubblico della WWE non ha deluso i fan presenti nell’arena, tenendoli “vivi e presenti” dal primo all’ultimo momento, anche in virtù di un match ben lottato e di un esito mai scontato. Nota di merito ad entrambi i lottatori coinvolti.

Edge vs Undertaker. Come il match che lo ha preceduto, anche questa sfida non ha deluso le attese dei fan: Undertaker è la solita garanzia ed Edge è diventato nel corso degli ultimi mesi una vera e propria garanzia di successo. Un match brutale e violento, in cui il massiccio utilizzo di scale e sedie, tipiche dei TLC match sui quali Edge ha costruito i primi anni della sua carriera in WWE (ai tempi del tag team formato con il “fratello” Christian) ha messo la Rated R superstar su un piano di parità con il Dead Man, sulla carta ben più esperto in fatto di match all’interno di una gabbia d’acciaio.

SummerSlam 2008. I match più attesi del PPV non vedono titoli in palio, segno che la WWE si trovava in un periodo strano durante l’estate del 2008: credo non fosse mai successo che sia il roster di Raw che quello di SmackDown! avessero un incontro più atteso dal pubblico rispetto a quello per i rispettivi titoli assoluti, ed in questo senso certamente questa edizione di SummerSlam si discosta dai soliti canoni dei PPV made in Stamford. Venendo a parlare dell’azione sul ring, questa non ha mai avuto clamorosi passi falsi e, se è vero che dalla prima parte della card ci si sarebbe potuti aspettare qualcosa di più, i due main event non hanno deluso le attese dei fan, regalando match piacevolissimi ed assolutamente da non perdere. Il segmento che ha visto protagonisti Y2J ed HBK, poi, ha dato alla serata anche quel tocco di entertainment che rende “prezioso” un PPV di per sé già buono.

Qualità audio/video. Come sempre, Silvervision e WWE sono garanzia di un prodotto di alta qualità. La traccia audio in italiano soddisferà anche i fan del Bel Paese che non hanno dimestichezza con l’inglese, mentre quella in lingua madre soddisferà maggiormente chi preferisce gustarsi il “prodotto” originale.

Contenuti extra. Nulla di eclatante, ma di certo molto più di quanto venga inserito all’interno di questi DVD: un promo relativo all’evento Summerfest, un intervista a caldo che Shawn Michaels ha rilasciato a Michael cole nel corso della serata ed un match intero tra Matt Hardy e Mark Henry svoltosi nell’edizione di ECW on Sci-fi trasmessa due giorni dopo il PPV. Se non altro il “minutaggio” totale dei contenuti extra ha superato i dieci minuti.

Marco “the Tach” Scolè

Le categorie della guida