Questo sito contribuisce alla audience di

Hardy Boyz ovvero Fratelli Coltelli

Il Nostro Alberto "The Crow" Ferrero ci racconta la favola degli Hardy Boyz, una favola con più di un tradimento...

hardy boyz wwe

C’erano una volta gli Hardy Boyz (o Hardys), ma non che sia una novità la rivalità tra Matt e Jeff, vecchia almeno di circa sette anni fa, quando Matt colpì il fratello a tradimento durante un match a Raw contro Rob van Dam andandosene poi a Smackdown, laddove creò la Mattitude, ebbe una stable tutta sua (Shannon Moore ed il compianto Crash Holly), conquistò il titolo di Campione Cruiserweight, leccò il sedere a tanti, oltre a farsi riconoscere come il famigerato Matt Hardy Version 1.

Frattanto invece Jeff arrivava tardi agli show, flirtava con Trish Stratus (ma solo on screen), si lasciava cacciar via dopo una numerosa serie di push ed occasioni varie, emigrava alla TNA, combatteva coi migliori, faceva anche lì capricci, saltava gli show lasciandosi sospendere, salvo poi, per benevolenza di qualcuno, rientrare all’ovile e conquistare quasi immediatamente il WWE IC title ai danni di Johnny Nitro (prima che il mondo lo conoscesse come John Morrison).

E frattanto Matt s’infortunava, veniva anch’egli licenziato, scopriva Lita a letto con un altro (Edge), rientrava a furor di popolo, feudava con lo stesso Edge riguadagnandosi col tempo la stima e l’affetto del pubblico. E riscoprendo d’improvviso la gioia di combattere con il fratello, col quale condivide la conquista delle cinture di coppia e momenti indimenticabili lasciati anni prima nel polveroso cassetto dei ricordi. Ed in men che non si dica si ritrovano entrambi in cima al mondo, con Matt che strappa a Mark Henry l’ECW Championship nel bailamme dello Scrumble Match di Unforgiven e Jeff che si accaparra addirittura il WWE title vinto contro Edge (il detentore) e HHH nella magica e clamorosa notte di Armageddon.

Chissà cos’è che poi scatta nella mente del lunatico Matt, sarà stata la perdita del titolo contro Jack Swagger, saran state le “mazzulate” di Vladimir Kozlov, sarà stato anche quel tantinello d’invidia verso Jeff possessore di un titolo di gran lunga più prestigioso del suo, sarà stato lo stress di dover giustificare gli innumerevoli passi falsi del fratello (vedi la sospensione pre-Wrestlamania), l’amarezza di vedersi nel sottoclou frattanto lo scapestrato Jeff, in barba alle sue mattate, godeva di una gloria a lui negata, l’umiliazione di doversi perennemente porre all’ombra del fratello.

Fatto sta che Jeff il titolo, alla Royal Rumble, lo ha perso contro Edge non di certo per lo zampino del rientrante Christian, come in molti si aspettavano, bensì per una sediata rifilatagli da Matt, il fratellino premuroso ed adorato che non esitò a “cazzeggiare” con Orso Kozlov pur di farlo arrivare a quel titolo, quello stesso titolo che proprio lui gli ha fatto ignobilmente portar via.

E se Bret ed Owen Hart ci hanno impiegato tre anni per riappacificarsi (da heel); se Rick e Scott Steiner si son ritrovati recentemente in TNA, con qualche chilo in più e tanta nostalgia. Chissà che anche gli Hardy Boyz, alla fine di quello che sarà il più entusiasmante, ma anche il più devastante match delle loro rispettive carriere, non si lascino andare a quello stesso abbraccio liberatorio di quel dì di Raw che li laureò campioni di coppia dopo ben quattro anni (almeno sul ring) di reciproca lontananza. O se si odieranno ancora, come lo show business richiede.

Alberto “The Crow” Ferrero

Le categorie della guida