Questo sito contribuisce alla audience di

LA PURIFICAZIONI -1- DHAUTI

Dhauti significa "lavare" o "lavaggio, purificazione". Raggruppate sotto Dhauti esistono diverse pulizie interne.

La pulizia dello stomaco avviene secondo due modalità. Tralasceremo la prima, più completa, ma molto difficile, in quanto avviene per mezzo dell’ingestione di una striscia di garza. L’alternativa, sicuramente praticabile da tutti, avviene con l’acqua.Si bevono circa sei bicchieri di acqua mescolata a sale,gradualmente,fino a quando si sente lo stomaco completamente pieno, alternativamente alle sorsate si effettuano dei movimenti addominali, ritraendo e rilasciando l’addome.Occorre poi espellere il liquido, cosa che deve essere stimolata attraverso appropriati movimenti del corpo. Si può in alternativa provocare il vomito.

PRECAUZIONI:

il giorno precedente fare solo pasti leggeri; nel giorno della pratica non è ammesso alcun cibo o bevanda, se non acqua semplice.Evitare se possibile, per qualche giorno l’uso di medicinali, rinviare attività o spostamenti che comportino tensioni o eccitazioni, possibilmente evitare l’esposizione al caldo o al freddo. Altre controindicazioni sono:ulcere, disturbi cardiaci, pressione sanguigna alta o bassa, problemi renali, epilessia.

BENEFICI:

Il passaggio della soluzione di acqua e sale elimina i depositi fecali, e rimuove il muco ristagnante; il sale provoca una diluizione degli acidi presenti nello stomaco; la piccola quantità adoperata può avere un effetto benefico su un intestino irritato o infiammato;la pulizia accurata di tutto il tratto digerente induce assorbimento, assimilazione ed esecrezione ottimali.

La vita di oggi, sempre tesa verso risultati concreti, richiede una grande quantità di energia. Potremo gestire al meglio queste richieste beneficiando di un corpo reso più agile, svelto, meno ingombro, nel quale anche la mente è più attiva, e ciò che più conta, l’intelligenza del cuore, cioè l’intuizione, potrà tornare ad essere la guida profonda della nostra vita.