Questo sito contribuisce alla audience di

IL RILASSAMENTO parte 2

Esistono molte tecniche di rilassamento e posizioni per eseguirlo.A tutte quelle che si eseguono supini, è comune sia il modo di iniziare (fase iniziale), sia il modo di uscire (fase finale)dal rilassamento, eccole descritte.

FASE INIZIALE

Si potrebbe anche definire l’arte dello sdraiarsi in terra, perchè già con il modo di deporre il proprio corpo sul pavimento è possibile eliminare le tensioni posturali.

1) Seduti con le gambe piegate, prendi la testa con le mani (una sopra l’altra, dita verso la nuca) e lentamente deponi sul pavimento una vertebra per volta (comprese le cervicali). Il mento risulterà molto rientrato e la nuca allungata sul pavimento, attendi un istante e poi lascia che il mento si posizioni come gli è più naturale.

2) Braccia a terra a fianco del corpo, apri le ginocchia, i piedi saranno pianta contro pianta, e lentamente allunga le gambe. Queste si ritroveranno divaricate, con i piedi già girati in fuori e si eviterà di inarcare il punto lombare.

3) Metti le mani sulle spalle, punta i gomiti verso i piedi (e quindi si abbassano le spalle), poi rimetti a terra le braccia, gli avambracci e il dorso delle mani.

Il corpo si ritrova già quasi rilassato, con le gambe divaricate, piedi girati in fuori, e palmo delle mani verso l’alto.

FASE FINALE

1) Con una profonda inspirazione occorre anzitutto avvisare il proprio corpo e muovere appena ledita dei piedi e delle mani.

2) Con un’altra profonda inspirazione, solleva le braccia, tendi il corpo e effettua uno stiramento.

3) Rotola da un fianco all’altro, sostando anche un poco su un fianco e sull’altro.

4) Girando sul fianco sinistro, mettiti in ginocchio o seduto a seconda di ciò che vuoi fare dopo.