Questo sito contribuisce alla audience di

Il Suricato delle piane del Kalahari

Il Suricato è un simpatico animaletto carnivoro che fa parte dei mammiferi e della famiglia degli Erpestidi. Il suo aspetto è molto piacevole e la celebre saga televisiva del Re Leone, ha reso questo[...]

suricatoIl Suricato è un simpatico animaletto carnivoro che fa parte dei mammiferi e della famiglia degli Erpestidi. Il suo aspetto è molto piacevole e la celebre saga televisiva del Re Leone, ha reso questo animale conosciuto al grande pubblico nelle vesti di Timon.

Il corpo del Suricato varia dai 500 ai 1200 grammi, con la femmina più grande dell’esemplare maschio. Raggiunge una lunghezza di 20-40 centimetri e ha una lunga coda che arriva a misurare 20-25 centimetri, che funge da terza zampa per mantenerlo in equilibrio durante i lunghi periodi di guardia. Il corpo è abbastanza sottile, questo gli permette una notevole agilità di movimento in caso di pericolo.
Il colore della pelliccia richiama i toni chiari del marrone e della terra e questo gli serve per mimetizzarsi facilmente con quanto lo circonda, il muso ha una forma conica che termina con il naso di colore marrone. Gli occhi del Suricato sono circondati da una banda nera e le piccole orecchie sono a forma di mezzaluna.
All’estremità delle zampe anteriori, possiede quattro artigli molto lunghi e affilati che utilizza per scavare le buche nel terreno, mentre le zampe posteriori sono più lunghe e gli conferiscono una andatura protratta in avanti.
Il suricato dispone di una vista acuta con una ampia visuale laterale ed è in grado di mantenere fisso lo sguardo per un lungo periodo di tempo.
Il suricato raggiunge la maturità intorno all’anno di vita e in media la sua vita dura fra i 10 e i 12 anni.
Il suo habitat naturale è rappresentato dalle pianure semi-desertiche dell’Africa meridionale, un territorio aperto e arido ricoperto solo da arbusti secchi. La temperatura elevata, infatti, non è un problema per il suricato: riesce a resistere anche in alcune zone del deserto del Kalahari dove le temperature diurne arrivano ai 50°.

Il suricato vive in una società molto ordinata, dove ogni singolo esemplare coopera con tutto il branco negli scavi delle tane costutuite da infinite gallerie sotto terra. Ogni branco è composto da alcune decine di esemplari e in genere da una coppia, maschio e femmina, che formano il nucleo principale riproduttivo. La femmina, una volta fecondata, affronta una gravidanza di 11 settimane dopo la quale mette alla luce quattro cuccioli di circa 30g l’uno, che nascono ciechi e privi di pelliccia. Allatta i suoi cuccioli con il latte per circa 2 mesi, quindi vengono svezzati con l’aiuto di tutto il branco che provvede all’alimentazione dei giovani suricati.

Il suricato va in cerca delle sue prede fiutando la terra e quando individua una tana nascosta, si avvale dei suoi lunghi artigli per scavare velocemente la terra, a volta aiutato da un altro componente del suo branco.
In genere si ciba di insetti, piccoli animali e scorpioni. Non mancano anche attacchi ai serpenti velenosi.
Un tempo si pensava che questo innocuo animaletto potesse trasmettere la rabbia ed è stato per lungo tempo cacciato. Per fortuna, nonostante l’eccidio di massa, questa specie non è a rischio di estinzione.

suricato

suricato suricato suricato

suricato suricato suricato

Ultimi interventi

Vedi tutti