Questo sito contribuisce alla audience di

Alla ricerca dell'Architeuthis: il calamaro gigante

Vi immaginate la sorpresa e lo stupore provato da chi ha avuto l’occasione di trovarsi di fronte ad un esemplare vivo di Calamaro gigante ? Nel 2004 furono i ricercatori del Museo Nazionale di[...]

calamaro gigante
Vi immaginate la sorpresa e lo stupore provato da chi ha avuto l’occasione di trovarsi di fronte ad un esemplare vivo di Calamaro gigante ? Nel 2004 furono i ricercatori del Museo Nazionale di Scienze del Giappone, insieme a quelli dell’Associazione di Whale Watching delle Ogasawara, ad avere questa esperienza e, in quell’occasione, scattarono centinaia di fotografie. Altro avvistamento avvenne nel 2006, durante il quale si riuscì persino a girare un filmato del calamaro gigante immerso nel suo habitat naturale.

A causa della difficoltà di avvistamento e all’impossibilità di seguire gli esemplari negli abissi marini, la classificazione del calamaro gigante è rimasta piuttosto incerta. Sembra che esistano diverse specie di questo mollusco, alcune desisamente estinte. Delle altre, però, non esiste una appartenenza certa.

Il Calamaro gigante vive negli abissi oceanici e si presenta come un mollusco di notevoli dimensioni: le femmine della specie possono arrivare a 13 metri di lunghezza, mentre i maschi ai 10 metri, tentacoli compresi. Il corpo, che può pesare fino a 150 kg. nelle femmine e 270 kg. negli esemplari maschi, è formato da un mantello, otto braccia e due tentacoli circondati da centinaia di ventose del diametro medio di 3-4 centimetri. Le ventose hanno il bordo circondato da anelli taglienti e tramite queste estremità il calamaro cattura le sue prede.
Per muoversi, il calamaro gigante utilizza le pinne poste sull’estremità del mantello, avanza producendo ritmiche propulsioni di acqua attraverso la cavità posta nel mantello. La respirazione avviene tramite due grandi branchie, anch’esse poste all’interno della cavità del mantello. Gli occhi sono molto grossi (fino a 30 cm. di diametro) e il cervelloe il sistema nervoso sono molto complessi. L’età del calamaro è accertabile dalla conta degli anelli di crescita, un pò come avviene per gli alberi.

Il calamaro gigante, come detto, vive nelle profondità oceaniche. Lo troviamo principalmente nell’Oceano Atlantico settentrionale, in Norvegia, nelle Azzorre e nel Pacifico sud-occidentale.

Gli avvistamenti di questo gigante del mare, ha colorato negli anni le leggende di molti marinai e spaventato numerosi viaggiatori. Gli spiaggiamenti hanno poi contribuito allo studio e alle misurazioni conosciute.

Ultimi interventi

Vedi tutti