Questo sito contribuisce alla audience di

La specie del Maiale selvatico in natura

Il Maiale selvatico fa parte dell’ordine degli Artiodattili ed è un mammifero appartenente alla famiglia dei Suidi. Il maiale selvatico comprende 13 specie, differenti per luogo di origine e[...]

Maiale selvaticoIl Maiale selvatico fa parte dell’ordine degli Artiodattili ed è un mammifero appartenente alla famiglia dei Suidi. Il maiale selvatico comprende 13 specie, differenti per luogo di origine e condizioni climatiche. In genere, vive soprattutto vicino alle foreste, dove si attiva principalmente di notte per la ricerca del cibo. Il suo corpo è composto da una struttura piuttosto tozza, con zampe corte e un muso molto pronunciato che termina con un grande naso.

Il corpo è ricoperto da ispidi peli, la testa è grossa con denti canini molto sviluppati, che l’animale utilizza a scopi difensivi. Si tratta di un animale molto agile, capace di spostarsi a grande velocità grazie alle particolari unghie (caratteristiche negli Artiodattili) composte da quattro dita. Non possiede una vista particolarmente sviluppata, in compenso dispone di un eccezionale senso dell’olfatto e dell’udito. In genere, l’esemplare maschio è molto più grosso della femmina e può arrivare, secondo la specie, a pesare fino 300 kg.

La dieta del maiale selvatico è molto varia, spazia da radici, frutta, foglie e funghi sino a piccoli invertebrati come lombrichi, vertebrati come topi e rane. Esemplari di Maiale selvatico sono presenti in natura nelle foreste e nei boschi d’Italia. Avvistamenti riportano alla presenza di questo mammifero anche nella regione Liguria.

Le femmine vivono in gruppi con i piccoli, formando un branco composto da svariati esemplari. Il numero dei componenti del branco è notevolmente influenzato dalla disponibilità di cibo presente nella zona. I maschi, invece, vivono una vita piuttosto solitaria e si riuniscono al gruppo delle femmine soltanto durante il periodo degli accoppiamenti. Durante questo periodo, il maschio si avvicina lentamente alla femmina, si susseguono reciproci annusamenti e dopodichè avviene l’accoppiamento. La femmina gravida si allontana dal gruppo e, scelto un posto sicuro, si costruisce un comodo giaciglio dove partorire la sua prole. Alla nascita i cuccioli di maiale selvatico sono molto piccoli, pesano dai 500 ai 900 grammi. Dopo qualche settimana incominciano a seguire la madre nei vari spostamenti. Quest’ultima è molto apprensiva e protettiva nei confronti dei piccoli, se un pericolo minaccia la sua prole arriva anche ad attaccare furiosamente.

Ultimi interventi

Vedi tutti