Questo sito contribuisce alla audience di

L'Argiope Bruennichi tesse una ragnatela ricamata

Il Ragno Argiope bruennichi, conosciuto anche con il nome ragno vespa per via della colorazione del suo addome, fa parte della famiglia degli Araneidae. A differenza del maschio che è notevolmente più[...]

Argiope BruennichiIl Ragno Argiope bruennichi, conosciuto anche con il nome ragno vespa per via della colorazione del suo addome, fa parte della famiglia degli Araneidae. A differenza del maschio che è notevolmente più piccolo e presenta una colorazione più scura e uniforme, la femmina di Argiope bruennichi può raggiungere i 2-5 centimetri di lunghezza. Il corpo è colorato con una particolare alternanza di strisce gialle e nere, particolare che la fa assomigliare alla vespa.

Questo tipo di ragno è particolarmente diffuso in Europa, dove vive senza grosse distinzioni di habitat. Lo troviamo anche fra gli animali che compongono la fauna della regione Liguria.

Si tratta di un ragno non particolarmente aggressivo, raramente attacca l’uomo se non viene disturbato. Come strategia difensiva, ha l’abitudine di muoversi facendo oscillare l’intera ragnatela per qualche secondo. Se la strategia non ha effetto, spesso si allontana spontaneamente. Se morde, non è velenoso. Gli effetti locali del morso scompaiono dopo un giorno di bruciore e gonfiore. Durante l’accoppiamento si manifesta un evento piuttosto inconsueto. Infatti, solitamente l’esemplare femmina uccide i pretendenti maschi che non riescono a fuggire. A volte, durante la fuga, l’organo riproduttivo del maschio si spezza all’interno del corpo della femmina, impedendole successivi accoppiamenti. La femmina gravida costruisce speciali ovisacchi dove inserisce fino a 400 uova ognuno, le quali si schiudono in primavera.

L’Argiope bruennichi si muove principalmente di giorno, sosta all’interno della sua grande ragnatela in attesa di una preda, per lo più insetti ortotteri. Quando la preda si posa sulla ragnatela, immediatamente l’Argiope lo raggiunge e lo avvolge in una spessa coltre di seta emessa dalle filiere, mentre lo morde ripetutamente. Alla fine, la preda viene portata al centro della ragnatela e inghiottita. A fine pasto, l’Argiope si preoccupa subito di sistemare le zone di filo danneggiate.

La ragnatela presenta una particolarità, perchè presenta una complicato disegno a zig-zag in senso verticale, che assomiglia ad un ricamo. Secondo gli studiosi, questa particolare forma potrebbe essere un tentativo di renderla più evidente ai volatili e quindi impedirne la distruzione, come un tentativo del ragno di mimetizzarsi meglio in attesa della preda.

Argiope Bruennichi

Argiope Bruennichi Argiope Bruennichi Argiope Bruennichi

Argiope Bruennichi Argiope Bruennichi Argiope Bruennichi

Ultimi interventi

Vedi tutti