Questo sito contribuisce alla audience di

Lo squalo Toro dell'Acquario di Genova

Con il nome di squalo toro viene identificato il Carcharias taurus, un grosso squalo della famiglia Odontaspididae che vive nelle acque costiere praticamente di tutto il mondo, dall’oceano[...]

squalo
Con il nome di squalo toro viene identificato il Carcharias taurus, un grosso squalo della famiglia Odontaspididae che vive nelle acque costiere praticamente di tutto il mondo, dall’oceano Atlantico al Pacifico, fino all’oceano Indiano. Intorno alla metà degli anni ‘60 ha visto i suoi esemplari sull’orlo dell’estinzione e ancora oggi viene considerato come specie a rischio, soprattutto nelle acque Australiane.

Vive in genere ad una profondità variabile dai 10 ai 60 metri, nascosto di giorno negli anfratti rocciosi e buche, mentre durante la notte si dedica alla ricerca del cibo.
Lo squalo toro ha un corpo molto possente ma, nonostante la sua mole, non è uno squalo particolarmente aggressivo. Si muove lentamente e placidamente nell’acqua, dove spesso viene confuso con il cancarino.
Il corpo può raggiungere fino ai 3-3,2 metri di lunghezza, presenta due pinne dorsali abbastanza grandi e una coda allungata, ad unico lobo superiore.

Lo squalo toro si riproduce in modo ovoviviparo. La femmina, che presenta due uteri, dopo una gestazione che può durare fino a 9 mesi, partorisce in genere uno o al massimo due piccoli. Gli altri vengono mangiati all’interno dell’utero al momento in cui si formano.

Esemplari di Squalo toro sono custoditi all’interno della vasca degli squali dell’Acquario di Genova.

Fonte fotografica: www.flickr.com

Ultimi interventi

Vedi tutti