Questo sito contribuisce alla audience di

La Murena: possente predatore degli anfratti rocciosi

La Muraena helena, meglio conosciuta con il nome di Murena, è un pesce appartenente alla famiglia Muraenidae che vive nelle acque salate del Mediterraneo e dell’Atlantico orientale a ridosso degli[...]

murena
La Muraena helena, meglio conosciuta con il nome di Murena, è un pesce appartenente alla famiglia Muraenidae che vive nelle acque salate del Mediterraneo e dell’Atlantico orientale a ridosso degli anfratti rocciosi dove si nasconde.

Il suo corpo è molto robusto e può raggiungere la lunghezza di 1,5 mt. E’ privo di pinna pettorale e solo una piccola pinna dorsale non molto evidente. Il corpo è bruno scuro screziato di macchie biancastre e giallastre, la pelle è priva di scaglie e perfettamente liscia e ricoperta di muco, molto simile all’anguilla.
La Murena ha le narici tubulari, una bocca senza lingua ma dotata di fortissime mascelle e denti acuminati che le consentono di attaccare con successo anche prede di grandi dimensioni. Queste ultime vengono inglobate nella gola estensibile e digerite nel grande stomaco.

In genere si tratta di un pesce piuttosto schivo che predilige restare nascosto al riparo delle cavità rocciose ed esce solo di notte per cacciare le prede. Fra le sue prede preferite troviamo i polpi e le seppie.

Il morso della Murena è stato ritenuto velenoso per molto tempo. Ad oggi sappiamo che la sua saliva contiene una tossina termolabile secreta dalle ghiandole poste sulla mucosa palatina. L’attacco della Murena verso l’uomo avviene solitamente quando viene infastidita o si sente in pericolo. In questo caso il morso può essere molto doloroso grazie ai denti affilatissimi e alla potenza della mascella.

La Murena si riproduce in inverno, deponendo uova pelagiche che danno origine ad una larva leptocefalo.

Fonte fotografica e crediti: www.flickr.com/photos/david_salvatori

Ultimi interventi

Vedi tutti