Questo sito contribuisce alla audience di

L'Hyla arborea: la Raganella dell'Italia settentrionale

L’Hyla arborea, o Raganella, è un piccolo anfibio della famiglia Hylidae diffuso sia in Europa, che in Africa e Asia. In Europa la troviamo dalla Spagna alla Francia, Germania e Ucraina, Creta e[...]

raganella
L’Hyla arborea, o Raganella, è un piccolo anfibio della famiglia Hylidae diffuso sia in Europa, che in Africa e Asia. In Europa la troviamo dalla Spagna alla Francia, Germania e Ucraina, Creta e Italia. In Italia è diffusa al Nord fino alla Toscana settentrionale. La zona di maggiore diffusione è la Pianura Padana e Veneto. Alcune colonie di Raganella sono segnalate anche in Liguria, soprattutto nel Parco Naturale Regionale di Porto Venere.

L’aspetto della Raganella ricorda quello della classica rana, anche se alcune differenze morfologiche la contraddistinguono. Queste differenze sono la presenza di un solo sacco vocale sotto la gola e di ventose sulle dita delle zampe. Quest’ultima caratteristica, permette alla Raganella di arrampicarsi agevolmente su arbusti e alberi.
Il corpo è lungo circa 3-5 cm. e presenta una striatura nera sulla narice, che segna l’occhio e prosegue fino all’inizio della zampa inferiore.

La Raganella è un anfibio insettivoro che si nutre di artropodi e piccoli invertrebati, sia acquatici che terricoli. Vive in genere presso fossi e risaie, ma si adatta anche a suoli arborei e in presenza di erbe palustri. Per la riproduzione necessitano di zone d’acqua nelle vicinanze. Durante la riproduzione, le nuove raganelle escono dall’uovo sotto forma di girini e compiono la metamorfosi nell’arco di 2-3 mesi.

Fonte fotografica e crediti: www.flickr.com/photos/cristianocani

Ultimi interventi

Vedi tutti