Questo sito contribuisce alla audience di

Octopus vulgaris: il Polpo

L’Octopus vulgaris, conosciuto maggiormente con il nome di polpo o piovra, è un mollusco cefalopode della famiglia Octopodidae diffuso in tutti gli oceani e mari, compreso il Mediterraneo. Vive[...]

polpo
L’Octopus vulgaris, conosciuto maggiormente con il nome di polpo o piovra, è un mollusco cefalopode della famiglia Octopodidae diffuso in tutti gli oceani e mari, compreso il Mediterraneo. Vive nei fondali bassi con substrati rocciosi ricchi di fessure e nascondigli in cui ripararsi.

Il Polpo è lungo dai 15 ai 30 cm. mentre la lunghezza dei tentacoli può raggiungere i 50-70 cm. Gli otto tentacoli sono caratterizzati da due file di ventose, a differenza del moscardino che ne possiede solo una. Il polpo nuota agilmente espellendo con forza l’acqua da un sifone. Quest’ultimo viene usato anche per l’espulsione dell’inchiostro in caso di pericolo.
Come difesa dai suoi predatori, il polpo riesce a cambiare velocemente colore per mimetizzarsi fra le rocce. La stessa tecnica viene utilizzata anche per comunicare con i suoi simili.

Durante il corteggiamento, il polpo maschio mette in atto un particolare rituale. Libera dei sacchetti, chiamati spermatofore, contenenti liquido seminale, che vengono inseriti nella cavità femminile attraverso un braccio modificato chiamato ectocotilo.
La femmina depone numerosissime uova che schiudono in genere nell’arco di 1-2 mesi. Alla nascita i piccoli polpi sono praticamente autosufficienti.

Fonte fotografica e crediti: www.flickr.com/photos/russelbernice

Ultimi interventi

Vedi tutti