Questo sito contribuisce alla audience di

Orango: Il genere Pongo

Il primo Ominide a camminare bipede

orangoL’Orango appartiene al genere Pongo, una serie di primati della famiglia degli Ominidi che vivono nella zona del Borneo e isola di Sumatra abitando le foreste pluviali in prossimità delle paludi.
Il genere Pongo comprende le seguenti specie:
Pongo abelii, ossia l’Orango di Sumatra;
Pongo pygmaeus, ossia l’Orango del Borneo che si distingue in Pongo p. pygmaeus, Pongo p. morio e Pongo p. wurmbii.

L’Orango è un primate di grande dimensioni che vive al di fuori del continente africano.
Si tratta di un primate dalle abitudini pressochè solitarie, si ciba di vegetali in genere e delle uova degli uccelli.

Fisicamente l’Orango raggiunge una altezza di circa 1,80 mt., con la caratteristica di un maggiore sviluppo della lunghezza delle braccia, che raggiungono le caviglie.
La testa ha forma piramidale con muso prominente, naso appiattito e labbro evidente. La bocca dispone di una dentatura molto forte con canini sporgenti. Il corpo è ricoperto da un lungo pelo di colore rossiccio, tranne sul petto e sul dorso dove è più rado. Sia faccia che mani sono glabre.

L’Orango del Borneo raggiunge, nell’esemplare maschio, la maturità sessuale intorno ai 12 anni. In quest’epoca sviluppa intorno alla faccia delle guance carnose e larghe e un rigonfiamento della gola.
Le femmine raggiungono la maturità sessuale intorno ai 7 anni e, dopo una gestazione di circa 275 giorni, da alla luce un solo cucciolo che si aggrappa al lungo pelo della madre.

L’Orango trascorre la maggior parte del tempo aggrappato agli alberi, scendendo a terra solo per cibarsi in prevalenza di frutta, soprattutto fichi e mango.

Fonte fotografica www.flickr.com autore: Emot Icons

Ultimi interventi

Vedi tutti