Questo sito contribuisce alla audience di

Riccio di mare

Famiglia degli Echinidae


Il Paracentrotus lividus, o meglio conosciuto con il nome di Riccio femmina, è la specie della famiglia degli Echinidae diffusi in tutto l’oceano Atlantico e Mar Mediterraneo.

Il Riccio di mare vive sui fondali rocciosi fino ad una profondità massima di 30 metri e si mischia alle praterie di Posidonia oceanica. Il processo di sviluppo del Riccio di mare passa attraverso la fase di larva, chiamata pluteo. Si tratta di una piccola conformazione gelatinosa con simmetria bilaterale composta da un corpo dal quale si allungano dalle 4 alle 6 braccia.
Durante questo stadio, e per circa 4-6 settimane, il pluteo viene trasportato dalle acque marine.
Raggiunta la fase adulta, il Riccio di mare si presenta con uno scheletro calcareo del diametro fino a 5-7 cm., interamente ricoperto da aculei mobili.
La parte ventrale, invece, è ricoperta da particolari pedicelli con estremità a ventosa che vengono utilizzati dal Riccio per la locomozione.
La colorazione del Riccio di mare varia dal nero al viola.
La respirazione avviene per mezzo di piccole branchie adatte a pompare acqua, mentre il cibo viene assorbito dall’apparato boccale, costituito da 5 organi scheletrici molli, ognuno di essi dotato di un dente.
L’alimentazione del Riccio di mare si compone di spugne, alghe e foglie di P. oceanica.

Fonte fotografica e crediti: www.flickr.com autore: Salvatore (ondablv)

Ultimi interventi

Vedi tutti