Questo sito contribuisce alla audience di

Zebra comune

Famiglia degli Equidae


La Equus quagga, meglio conosciuta con il nome di Zebra comune, è un mammifero diffuso nel sud-est Africano.
Il suo habitat naturale comprende le savane e i pascoli, dove la si vede spostarsi spesso in compagnia degli gnu.
Il comportamento della Zebra prevede la formazione di gruppi famigliari dominati da un maschio e 6-7 femmine. Il maschio, chiamato stallone, si prende cura del suo gruppo famigliare difendendolo dai predatori e da altri esemplari maschi.

La Zebra presenta delle striature verticali nere o brunastre, alternate a bande bianche su tutto il corpo. Verso la parte posteriore dell’animale, queste striature diventano quasi orizzontali.

Durante la riproduzione, la femmina si separa dal gruppo famigliare per dare alla luce un solo puledro, dopo una gestazione di circa 1 anno. Il piccolo resta da solo con la madre per imparare a riconoscerla in mezzo alle altre femmine, dopodichè entrambi fanno rientro nel gruppo famigliare.
Durante la giovane età, i puledri di Zebra sono piuttosto vulnerabili e diventano prede di iene, leopardi e leoni.
Il compito di difendere il piccolo spetta alla madre, che non si risparmia con furibonde cariche e calci nei confronti degli intrusi.

L’alimentazione della Zebra si compone di organismi vetelali, come arbusti, cortecce, foglie ed erba.

Fonte fotografica e crediti: www.commons.wikimedia.org

Ultimi interventi

Vedi tutti